Villastellone, sindaco Principi pone un no secco a deposito scorie nucleari

Anche Villastellone dice no all’insediamento del deposito di scorie nucleari nella zona di frazione Casanova a Carmagnola. Lo fa anche con una raccolta firme, in programma sabato 16 gennaio. Il gazebo sarà allestito dalle 9.30 alle 12 in piazza Libertà a Villastellone con il comitato “No al deposito di rifiuti radioattivi a Carmagnola”.

Francesco Principi sindaco di Villastellone con Ivana Gaveglio sindaca di Carmagnola e Davide Nicco consigliere regionale del Piemonte

Il sindaco di Villastellone Francesco Principi aveva già espresso in un video messaggio sui social il proprio parere negativo al sito individuato dal Governo nel territorio di Carmagnola in un’area adiacente al Comune di Villastellone. Principi ha sottolineato come il Comune avesse già proposto l’area ex Stars di Villastellone, a pochi chilometri dal sito individuato per il deposito di scorie nucleari, come ubicazione per l’ospedale unico dell’Asl To5: «Follia pura avere a 2 km di distanza un’area di stoccaggio materiale nucleare e un probabile futuro nosocomio» ha affermato Principi chiudendo così: «Il nostro sarà un No secco».

Principi ha inoltre manifestato il proprio disappunto sottolineando come già una ventina di anni fa, a circa 1,5 km dall’area individuata dal Governo per lo stoccaggio delle scorie nucleari, erano riuisciti a debellare la proposta di collocare una discarica per fare invece posto a un’oasi del WWF.

Francesco Principi si è ritrovato sul lugo individuato dal Governo con Ivana Gaveglio sindaca di Carmagnola e Davide Nicco consigliere regionale del Piemonte.

redazione

Next Post

Ecomuseo della Canapa, previsti nuovi allestimenti multimediali

Ven Gen 15 , 2021
Musei chiusi, ma si preparano per la riapertura, quando sarà possibile in base alle indicazioni del Governo. A Carmagnola è in particolare l’Ecomuseo della Canapa a venire ripensato. L’Amministrazione Comunale ha infatti approvato il progetto per il suo riordino già alla fine dello scorso anno. Il Museo verrà arricchito di […]