Le dimore storiche non aprono, visite virtuali domenica 24 maggio

La giornata nazionale A.D.S.I. Associazione Dimore Storiche Italiane si svolgerà in una inedita forma digitale. Prevista per domenica 24 maggio, l’emergenza sanitaria in corso ha portato alla sospensione dell’evento. La giornata nazionale A.D.S.I. coinvolge ogni anno 4500 dimore storiche in oltre 300 paesi di Piemonte e Valle d’Aosta. Consente di ammirare gli edifici, proprietà privata, eccezionalmente aperti al pubblico per le visite gestite direttamente dai proprietari. Si possono ammirare giardini, fioriture e angoli nascosti un gran parte delle dimore storiche.

dimore-storiche-Castello-Marchieriù-villafranca
Il Castello Marchieriù a Vilalfranca Piemonte

Per seguire l’evento sui social sarà sufficiente cercare gli hashtag #ADSI #dimorestoricheitaliane, #iorestoinitalia.

Il 4 ottobre 2020 invece sarà possibile lo svolgimento della giornata nella forma tradizionale. I proprietari accoglieranno i visitatori in castelli, ville, tenute di campagna e palazzi. Custodi di memorie familiari e di frammenti di storia nazionale, ogni realtà darà la possibilità di accedere gratuitamente ad atmosfere uniche e scoprire luoghi spesso poco conosciuti dal grande pubblico perché fuori dagli itinerari tradizionali. Luoghi che le dimore contribuiscono a mantenere in vita e a tramandare intatti alle generazioni future.

Il Presidente Sezione Piemonte Valle d’Aosta: cancellazioni fino a fine luglio degli eventi privati

«Sarebbe utile cogliere l’occasione per dare una nuova “regia” al comparto”» dichiara Sandor Gosztonyi, presidente A.D.S.I. della Sezione Piemonte Valle d’Aosta. «La bellezza, la fruizione e la manutenzione delle dimore storiche è a carico dei privati. E a differenza di altre attività e aziende, queste non si possono fermare in quanto la manutenzione degli spazi verdi, degli arredi e degli immobili storici é quotidiana. Malgrado i decreti attuali e futuri, le aziende stenteranno a ripartire. Molti i soci piemontesi che già hanno confermato la cancellazione fino a fine luglio per tutti gli eventi privati e aziendali e per l’ospitalità nelle varie forme b&b, casa vacanze e agriturismi, con i clienti in dubbio anche per i mesi di settembre e ottobre vista l’incertezza. Ad esempio, sarebbe importante avere informazioni più chiare sulle modalità di visite dei parchi all’interno delle dimore, sulla gestione di piccoli gruppi».

«Si rischia che il danno per il 2020 sia del 100% a fronte di spese di manutenzione ordinaria e straordinaria non comprimibili». Il sostegno alle dimore storiche è un aiuto per i gestori di questi beni ma anche per tutto l’indotto, per le molte piccole filiere, le piccole medie imprese e gli artigiani
attivi sui singoli territori.

Sito ufficiale: www.adsi.it
Facebook: Associazione Dimore Storiche nel Pinerolese
Twitter: @dimorestoriche
Youtube: Associazione Dimore Storiche Italiane

redazione

Next Post

Grandi opere, il Piemonte chiede la nomina di commissari

Mer Mag 20 , 2020
Asti-Cuneo, Pedemontana e opere di compensazione della Tav. Sono queste le grandi opere che il Piemonte aspetta di poter completare E’ pronta la lettera che il presidente della Regione Piemonte e l’assessore alle Infrastrutture e Trasporti Margo Gabusi hanno indirizzato al ministro De Micheli. Il Presidente Cirio chede la nomina […]
grandi-opere-una-autostrada