Vigone. Al teatro Selve “Molière o il malato immaginario”

MOLIÈRE-la-Pancalera

VIGONE – La cultura è sempre un punto di riferimento per Vigone ed il Teatro Baudi Selve è una importante cornice che anche quest’anno ospitata una ricca stagione teatrale: «Per noi amministratori – spiegano l’assessore alla cultura Fabio Cerato e il consigliere comunale Cristina Pairotto – diventa allora prioritario continuare a promuovere ogni anno, in collaborazione con la Fondazione Piemonte dal Vivo e con il contributo fondamentale della “nostra” Associazione Progetto Teatro Selve, una stagione teatrale di alto livello. Questo è stato lo spirito che ci ha guidato nella scelta dei sei spettacoli che compongono il cartellone 2014/2015, caratterizzato ancora una volta dalla presenza di attori famosi e compagnie importanti che, siamo convinti, spingeranno il nostro affezionato pubblico a venire al “Selve” con lo stesso entusiasmo dimostrato negli ultimi anni».

A gennaio è in programma per sabato 24 alle ore 21 Molière o il malato immaginario, presentato dalla Piccola Compagnia della Magnolia.

Il lavoro sulla pièce del Malato Immaginario ha messo in luce – dietro l’immagine stereotipata dell’autore di “Commedie” – l’avventura di un uomo di Teatro adulato e detestato, cortigiano e sovversivo, applaudito e censurato, in un’epoca in cui gli ori di Versailles non riescono a nascondere l’odio delle coalizioni integraliste.
Durante le prove, l’adattamento del testo si è indirizzato verso l’esigenza primaria di far ascoltare la voce di Molière, rivelando le realtà complesse che legano lo spettacolo ed il suo creatore, l’attore e la propria vita.
Argan si spoglia della maschera della Commedia dell’Arte – in cui il vecchio avaro e ipocondriaco affronta l’universo ridicolo dei medici – e si avvicina a Jean Baptiste Poquelin detto Molière, direttore di troupe e attore che recita gli ultimi istanti della sua vita incarnando questo personaggio.
La scena associa indissolubilmente Argan e Molière di fronte all’evoluzione della malattia ed al suo epilogo che culmina – come narra la biografia dell’autore – nella quarta rappresentazione del Malato Immaginario.

Biglietti: intero € 11, ridotto € 8; prevendita il sabato antecedente lo spettacolo presso la Biblioteca Comunale Luisia dalle 10.30 alle 13, oppure il giorno dello spettacolo dalle 19.45 alle 20.45 alla cassa del Teatro Selve – vicolo del Teatro 1. Prenotazione telefonica al numero 366.2593097 il sabato antecedente lo spettacolo dalle 11 alle 13.

 

redazione

Next Post

Il musical di Giaveno debutta a Torino

Mar Gen 13 , 2015
  GIAVENO – Domenica 18 gennaio 2015 alle ore 15 al Teatro Crocetta di Torino (via G. Piazzi 25) debutta lo spettacolo “La Tata Magica, the Musical” di e con Lara Rosso, patrocinato dalla Città di Giaveno. Il progetto, durato un anno di lavoro, ha coinvolto molti adulti e bambini […]