Vigone apre all’imprenditoria agroalimentare

Claudio Restagno PancaleraVIGONE – Sono parole forti quelle che il sindaco Claudio Restagno utilizza nella relazione di inizio mandato per descrivere l’impegno di governo del paese in una congiuntura difficile come quella attuale. Ma anche di fiducia verso il futuro: «Stiamo vivendo periodi non facili e la crisi che ha colpito non solo l’Italia, ma l’Europa intera, ci ha obbligati a rivedere alcuni nostri progetti. L’abbiamo fatto consapevoli che davanti ai problemi non serve piangersi addosso e cercando il più possibile di non aumentare ulteriormente la pressione fiscale oltre a quella che Stato e Regione già avevano attuato: aumento dell’addizionale Irpef regionale e ritorno ai ticket sanitari. Il consuntivo del bilancio del 2012 evidenzia come i trasferimenti da parte dell’Amministrazione Statale al nostro Comune siano diminuiti di circa 470.000,00 euro rispetto a quelli del 2009, cifra poi in parte compensata con l’istituzione dell’IMU, scaricando così sugli amministratori locali la responsabilità di aumentare le tasse. In questi ultimi anni abbiamo tagliato la spesa pubblica risparmiando 270.000,00 euro sulla gestione corrente, preoccupandoci nello stesso tempo di spendere poco e bene: nessun investimento grandioso ma impiego di denaro mirato a valorizzare il nostro patrimonio. Nonostante le tante difficoltà nell’amministrare, crediamo che il progetto iniziato con tutta la popolazione vigonese nel 2009 debba continuare, consci del valore aggiunto che rappresenta il nostro comune per tutto il pinerolese, sia per la fertilità dei nostri terreni e la capacità organizzativa e imprenditoriale della nostra gente, sia per la storia e le tradizioni culturali della nostra città».

I progetti che l’Amministrazione intende portare avanti sono validi. Tra le tante priorità c’è quella di intervenire sull’edificio della scuola media: «Lo stanziamento da parte dello Stato di risorse per rendere gli edifici scolastici sempre più rispondenti alle esigenze di un percorso formativo di qualità e per creare un posto accogliente e funzionale ai bisogni di crescita dei nostri ragazzi ci permetterà di fare i lavori di adeguamento che necessitano alla nostra scuola media».

Altro obiettivo importante è il recupero dello stabile attiguo al Palazzo comunale e l’acquisizione dell’area dell’ex stazione ferroviaria per ampliare la “lea”, creando un mini parco dove «sarà possibile passare le giornate all’insegna del benessere fisico e psicologico, dando la possibilità di ospitare attività ludico-ricreative che distolgano i cittadini dagli impegni che impongono loro ritmi frenetici».

Altro impegno dell’Amministrazione riguarda l’agricoltura. Viene spiegato nella relazione del Sindaco: «L’agricoltura ha da sempre rappresentato una risorsa fondamentale per il nostro comune, raggiungendo livelli di eccellenza per quantità e qualità dei suoi prodotti. Essenziale che tutte le scelte amministrative coinvolgano sempre di più questa filiera che negli anni ha dimostrato capacità imprenditoriale e attaccamento e attenzione per il proprio paese». Dovrà quindi continuare il lavoro di recupero e manutenzione dei fontanili, preziosa ricchezza per tutta la collettività, sensibilizzando i cittadini al rispetto per l’ambiente e coinvolgendo le scuole in progetti di ricerca sulla fauna e flora che caratterizzano il territorio. Il proposito è di incoraggiare il coinvolgimento delle scuole in occasione delle fiere agricole e organizzare visite alle fattorie e agli allevamenti perché i ragazzi possano cogliere nella sua completezza la preziosità del mondo agricolo.

Inoltre si punta ad implementare l’occupazione: «La crisi di lavoro che ha colpito tutta l’Italia e non solo ci spinge a guardare alle risorse delle nostre comunità per valorizzare al massimo ogni forma di reddito. Oltre alle varie manifestazioni che negli anni hanno portato sempre più gente a visitare Vigone, ragioneremo sulla possibilità di favorire l’insediamento di industrie agroalimentari, redigendo un piano di attrattività, in cui si propone a chi sposta o insedia un’attività imprenditoriale a Vigone (assumendo anche personale) agevolazioni, per un determinato periodo dall’avvio dell’attività, sia a livello urbanistico (risparmi su oneri, tempi rapidi, ecc) sia a livello fiscale».

Irene Canova

 

redazione

Next Post

Vigone. Nomine al Centro Servizi

Lun Set 8 , 2014
VIGONE – Sono stati nominati i rappresentanti del Comune nel Consiglio di Amministrazione del Centro Servizi Socio Assistenziali e Sanitari. Si tratta di Rodolfo Ricca, Paolo Pasquetti, Evelyn Ramonda, Domenico Fileppo.