Via libera alla terapia intensiva a Saluzzo, Carmagnola e Borgosesia

Il Ministero conferma ufficialmente il piano di potenziamento della rete ospedaliera regionale. Confermati i posti di terapia intensiva previsti dal Piemonte

pronto-soccorso-carmagnola
L’ospedale San Lorenzo di Carmagnola

«I posti di terapia intensiva degli ospedali di Saluzzo, Carmagnola e Borgosesia sono confermati. Il Ministero ha accolto le nostre rimostranze, dando il via libera al decreto di approvazione integrale del piano di potenziamento della rete ospedaliera regionale. Ne ho avuto conferma stamattina, direttamente dalla direzione del Ministero. Non posso che esprimere tutta la mia soddisfazione per l’evoluzione di questa vicenda che rischiava di veder privati quegli ospedali di risorse fondamentali per la Sanità del territorio». E’ quanto ha comunicato oggi, 16 luglio, l’assessore regionale alla Sanità del Piemonte, Luigi Genesio Icardi, sui posti di terapia intensiva previsti dal piano di riorganizzazione degli ospedali piemontesi.

Paolo Sobrero (Lega): doveroso alzare la voce e difendere il presidio

Sulla situazione carmagnolese è intervenuto il segretario cittadino della Lega Paolo Sobrero, con il capogruppo Lega Giuseppe Quattrocchio a nome del gruppo consigliare: «Fa piacere che, per l’ospedale di Carmagnola, si sia risolto tutto per il meglio. Sul nostro ospedale si sono spesi tantissimi concittadini supportandolo con donazioni e attenzioni, per far sì che potesse essere sempre all’altezza della situazione. Così facendo hanno sopperito ad una incertezza iniziale di approvvigionamento, garantendo sicurezza e prestazioni sanitarie sicure ed in linea con il grave problema che si stava affrontando. Era doveroso per l’ospedale, per i concittadini, per tutto il personale sanitario, per tutti coloro che hanno avuto bisogno di tale struttura, alzare la voce difendendo un presidio che ha dato molto al territorio ed alla comunità. Per questi motivi la sezione Carmagnolese della Lega si è presa a cuore questo problema ed è soddisfatta che tale situazione si sia risolta positivamente».

redazione

Next Post

Oftal, prima associazione in Pellegrinaggio a Lourdes dopo il lockdown

Gio Lug 16 , 2020
L’Oftal ricomincia con un pellegrinaggio a Lourdes ad agosto. Tutte le informazioni per partecipare con viaggio in aereo o bus È proprio l’Oftal a riprendere, quale prima associazione, i pellegrinaggi a Lourdes «come già fece il nostro Fondatore dopo la dolorosa parentesi del secondo conflitto mondiale. Con la chiusura delle […]
Il santuario di Lourdes