Una rosa per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

Il 25 novembre ricorre la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ricorrenza istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1999 per sensibilizzare istituzioni e popolazione sul tragico problema della violenza di genere, che costituisce una violazione dei diritti umani.

Il tema promosso quest’anno dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite è “Orange the World: Fund, Respond, Prevent, Collect!” che vuole portare l’attenzione rispetto alla necessità di colmare le lacune di finanziamento, a livello globale, volte a garantire servizi essenziali per le sopravvissute alla violenza durante la crisi COVID-19 e a concentrarsi sulla prevenzione e sulla raccolta di dati che possano migliorare i servizi salvavita per donne e ragazze.

La crisi socio economia causata dalla pandemia ha infatti reso più difficili le condizioni di vita per molte donne così come la loro possibilità di raggiungere i servizi di supporto sanitari e psicologici per il superamento delle situazioni di violenza.

Il Comune di Carmagnola, come ogni anno, partecipa all’iniziativa ricordando tutte le vittime di violenza e di femminicidio, piaga che purtroppo colpisce anche la nostra città. Quest’anno non essendo possibile svolgere iniziative in presenza a causa della pandemia in corso, il Comune propone, la sera del 25 novembre, l’illuminazione di arancione della torre del castello, un gesto simbolico che vuole ricordare tutte le donne vittime di violenza.

Le associazioni: una rosa sui balconi

Le donne carmagnolesi di varie associazioni, lavorando in rete hanno ideato e realizzato un manifesto comune e l’iniziativa “UNA ROSA CONTRO LA VIOLENZA“. Centinaia di rose stanno sbocciando sui balconi, create dall’abilità di tante mani, con l’utilizzo di materiale riciclato sottratto ai rifiuti, per lanciare un messaggio forte contro la violenza di genere: «La violenza contro le donne è un crimine contro i diritti e la libertà personale, tutti devono impegnarsi per prevenirla e cancellarla».

Il sindaco Ivana Gaveglio: violenza di genere male per tutta la società

Commenta il Sindaco, Ivana Gaveglio: «La violenza contro le donne è purtroppo una realtà ancora troppo diffusa anche nel nostro territorio. I fatti di cronaca di cui veniamo a conoscenza attraverso i media non sono che la punta di un iceberg che racconta la tragedia e il disagio in cui vivono molte donne. La pandemia di Covid ha purtroppo peggiorato le condizioni di molte famiglie e di molte donne, moltiplicando gli episodi di violenza. Dobbiamo perciò sempre tenere alta la guardia perché la violenza di genere è un male per tutta la società».

redazione

Next Post

Alzate le mani solo per una carezza. E' lo slogan che Castagnole promuove contro la violenza sulle donne

Mer Nov 25 , 2020
“Alzate le mani solo per una carezza”. È la frase simbolo scelta a Castagnole Piemonte per la giornata contro la violenza sulle donne che ricorre oggi, 25 novembre, grazie a Flavia Curti presidente dell’Associazione la Città delle Donne e delle sue collaboratrici. La frase ha ispirato l’artista Angela Policastro nella […]