Torna il Covar Green Challenge, attività sull’ambiente per le scuole

covar green challenge logo

Appuntamento a scuola, con la seconda edizione del progetto di didattica ambientale Covar Green Challenge – Scuole in Missione per l’Ambiente, organizzato dal Consorzio Covar 14, con la realizzazione di Achab Group, per l’anno scolastico 2020-2021.

Forti del gradimento riscontrato nei mesi scorsi dagli strumenti digitali, messi a disposizione di docenti e studenti per proseguire l’attività ambientale con una formula alternativa, imposta dall’emergenza dettata dal Coronavirus, Covar14 e i suoi 19 Comuni rilanciano il progetto, chiamando a raccolta dirigenti scolastici e insegnanti che, nel corso di questi anni, si sono dimostrati sempre più sensibili e interessati alla proposta di laboratori, visite agli impianti, giochi a tema, attività in classe ed esterne.

Come sempre, il programma è rivolto a tutte le scuole del territorio consortile, ‘strutturato’ per coinvolgere bambini e ragazzi, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di secondo grado. Si parte con un progetto in modalità ‘faccia a faccia’, pronti a reintrodurre le attività a distanza se nuove emergenze dovessero consigliare alternative virtuali.

L’intervento di Leonardo Di Crescenzo

“Come tradizione, l’attività per i cittadini più giovani spazia tra i tanti temi che trasformano i rifiuti in risorsa, con novità e conferme di argomenti ‘inossidabili’, che ogni anno riscuotono interesse da parte degli insegnanti e sono considerati una buona base da cui partire per una efficace gestione dei rifiuti – introduce il progetto Leonardo Di Crescenzo, presidente del Consiglio di Amministrazione Covar14 – In un periodo storico che ha visto crescere, tra i più giovani, la consapevolezza dell’impronta che ognuno di noi lascia sull’ambiente, il progetto di Covar14 punta l’attenzione sui piccoli e grandi gesti: dal littering, ovvero l’abbandono dei piccoli rifiuti, alla filiera del riciclo, dall’importanza del conferimento in ecocentro alle regole per la corretta raccolta differenziata, oltre a stimolare riflessioni sull’aumento degli imballaggi e l’eccessiva produzione di rifiuti”.

In programma ci sono attività dedicate allo spreco delle risorse naturali e alle modalità per garantire lo sviluppo sostenibile, al compostaggio domestico, all’economia circolare e alle filiere di recupero del sistema Conai, alle tecniche per produrre meno rifiuti e ai trucchi per trasformare una festa in ecofesta. Torna, per i più piccoli il laboratorio Dove lo butto? ed esordisce, per tutte le classi, #Plastic Free: Se la conosci la eviti, dedicato alla plastica. Sempre attuali, anche quest’anno sono riproposte le visite guidate ai centri di raccolta consortili, al termovalorizzatore del Gerbido, al MAcA – Museo A come Ambiente di Torino.

Come aderire

Le adesioni a Covar Green Challenge – Scuole in Missione per l’Ambiente, sono aperte fino al 19 Ottobre 2020. La partecipazione a tutte le attività è gratuita, esclusi i trasferimenti per le visite fuori sede. I posti disponibili per le attività didattiche sono limitati e si darà priorità secondo l’ordine di iscrizione.


Le modalità di iscrizione e i moduli sono pubblicati sul sito del Covar 14 (www.covar14.it). Per altre informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail: missioneambientecovar14@educazione.org

redazione

Next Post

L’Asl CN1 ricerca strutture alberghiere per ospitare pazienti Covid

Mar Set 1 , 2020
L’Asl CN1 ha pubblicato oggi (con scadenza 8 settembre) un avviso di manifestazione di interesse finalizzato alla ricerca di strutture alberghiere per l’accoglienza dei soggetti positivi al Covid 19 e loro contatti stretti. Il periodo di locazione proposto alle strutture alberghiere è di 90 giorni, con opzione di rinnovo o […]
coronavirus-isolamento-residenze-alberghiere