Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, Covar parla di quelli invisibili

COVAR PARTECIPA ALLA SETTIMANA EUROPEA PER LA RIDUZIONE DEI RIFIUTI 2020 CON UN PROGETTO DEDICATO ALLE IMPRESE DEL TERRITORIO, MA ANCHE AI CITTADINI!

ENTRO IL 19 NOVEMBRE LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA, LE SINGOLE IMPRESE O I CITTADINI INTERESSATI DOVRANNO INVIARE UN VIDEO CHE SARÀ VOTATO DAGLI UTENTI DEL CANALE YOUTUBE DEL CONSORZIO DAL 21 AL 29 NOVEMBRE, IN CONTEMPORANEA CON LA KERMESSE EUROPEA

Settimana-europea-riduzione-rifiuti-serr

Anche quest’anno il Covar ha deciso di prendere parte alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti (SERR) con un progetto dedicato alle associazioni, imprese e cittadini del territorio. La dodicesima edizione sarà dedicata a “I rifiuti invisibili”, ovvero quella grande quantità di rifiuti generati durante il processo di fabbricazione e distribuzione dei prodotti. Ad esempio, in pochi sanno che per fabbricare, a far arrivare in negozio o a casa, uno smartphone che pesa meno di 200 grammi vengono prodotti ben 86 chilogrammi di rifiuti.

In occasione della SERR, Covar ha deciso di promuovere un progetto proprio per dare l’opportunità alle imprese del territorio, anche attraverso le loro associazioni di categoria, o ai singoli cittadini, di raccontare le proprie buone pratiche o anche semplicemente quanti rifiuti si producono per ottenere un prodotto.

Aziende e artigiani possono raccontare quali scarti producono e cosa ne fanno

L’iniziativa prevede una call to action per tutte le associazioni di categoria, gli artigiani e gli industriali (dalla Coldiretti alla Confartigianato, da realtà come Coop agli allevatori, al Banco Alimentare) che per partecipare dovranno realizzare un video della durata di massima 3 minuti che mostri quali scarti producono e cosa ne fanno evidenziando le loro buone pratiche di sostenibilità ambientale. Tutti i cittadini interessati potranno vestire i panni di “reporter” per la SERR e raccontare loro le buone pratiche o quelle di loro conoscenza, realizzando video informativi con tematica: “rifiuti invisibili”. Non saranno presi in esame video “di denuncia”.

Come partecipare a SERR

Il video dovrà essere inviato a serr@envi.info entro giovedì 19 novembre. I migliori verranno selezionati e pubblicati sul canale YouTube del Consorzio dove dal 21 al 29 novembre potranno essere visualizzati da tutti gli utenti. Il video che riceverà più click sarà dichiarato vincitore il 30 novembre.

Il Presidente di Covar 14, Leonardo Di Crescenzo motiva così l’iniziativa dedicata alla SERR 2020: «Per noi partecipare alla Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti è da sempre un’occasione per focalizzare l’attenzione su uno dei temi di sostenibilità che come consorzio ci sta a cuore. Ad esempio, nel 2012, il tema dello spreco alimentare ci vide premiati come miglior progetto europeo grazie alla creazione della rete degli Ecoristoranti. Quest’anno al centro dell’attenzione ci saranno i rifiuti invisibili, ovvero una quantità di scarti che ognuno di noi virtualmente porta sulle spalle a causa di modelli di produzione e consumo non sostenibili.

Ci sono molte azioni che possiamo intraprendere per affrontare questo problema, come prolungare la vita dei prodotti riutilizzandoli e riparandoli, acquistandoli di seconda mano, noleggiare e condividere prodotti anziché possederli. Per questo motivo abbiamo deciso di coinvolgere le associazioni presenti nei nostri 19 comuni, in modo che mostrino a tutti i cittadini come gestiscono questo genere di rifiuti e quali sono le buone pratiche che mettono in campo durante la loro attività».

Il successo crescente dell’iniziativa su rifiuti e ambiente

La “Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti” è nata all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, gli stakeholder e i consumatori circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti delineate dall’Unione Europea e che gli Stati membri sono chiamati ad attuare.

Il crescente successo dell’iniziativa, riconosciuta a livello istituzionale dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, ha portato l’Italia nel 2019 a registrare 5.814 azioni, riconfermandosi così tra le nazioni più attive in Europa.

redazione

Next Post

Francesco Bussone sui vasetti della Nutella? Lo propone la sindaca di Carmagnola

Ven Nov 13 , 2020
Carmagnola comparirà sui barattoli di Nutella, per la campagna “Ti amo Italia” lanciata dall’azienda albese? La richiesta è stata inoltrata alla Ferrero dall’Amministrazione comunale carmagnolese per dare un tributo alla città, che ha dato i natali a Francesco Bussone, Conte di Carmagnola, ed è indissolubilmente legata alla “Carmagnole“, la canzone […]
FRANCESCO-BUSSONE