“I Sepolcri” illustrati da Marco Cazzato, questa sera a Racconigi

Marco Cazzato, di origini racconigesi, è tra i più importanti illustratori italiani, collaboratore di riviste, giornali
ed editori nazionali e internazionali, autore di copertine di libri e album musicali e disegnatore di manifesti.

Torna a Racconigi, ospite di Progetto Cantoregi, oggi venerdì 1 aprile alle ore 21 alla Soms (Via Carlo
Costa 23). Presenta il suo nuovo lavoro uscito nel 2021, edito da Il Saggiatore: le illustrazioni de I Sepolcri di Ugo Foscolo. Dialogherà con l’autore Marco Pautasso, presidente di Progetto Cantoregi.

«All’ombra de’ cipressi e dentro l’urne confortate di pianto è forse il sonno della morte men duro?»
I sepolcri sono una domanda senza tempo sulla vita e sulla morte, un ragionamento in versi sulla soglia che tutti dovremo attraversare, composto attingendo a ogni energia crepuscolare, a ogni brace romantica di cui Ugo Foscolo era in possesso.

I-Sepolcri-illustrati-Marco-Cazzato-la-pancalera-giornale-racconigi

Che cosa resta di noi, quando di noi non resta più nulla, non il corpo, non la mente, non una stilla di vita? A che cosa serve una lastra di marmo o una sobria urna che ci ricordano ai vivi, nel momento in cui la nostra esistenza terrena
si è infine compiuta? Quale speranza c’è nell’ombra eterna che raccolgono i cimiteri? Cos’è una tomba? Una linea d’ombra, una pietra fredda, il luogo di un ricordo? Cosa dice di noi quello spazio sepolto; di noi che passiamo la nostra
esistenza in superficie, tra speranze e vanità?

L’eco di queste domande – che Ugo Foscolo impresse più di duecento anni fa nei suoi versi – risuona in noi
ancora oggi. I sepolcri è un invito alla ricerca, ad andare oltre la soglia: un canto da cui sboccia il silenzio;
un’apparizione, nascosta fra le pieghe di un libro. Pubblicati nel 1807, dopo l’editto napoleonico di Saint-Cloud che stabiliva che le tombe fossero poste, tutte uguali e senza iscrizioni, al di fuori delle mura cittadine, i 295 endecasillabi dei Sepolcri tornano oggi a risplendere di nuovo buio, illuminati dai disegni di Marco Cazzato: l’incontro tra un passato che permane e un presente che fugge in avanti, a comporre un canto, infine, di conforto.

L’ingresso è gratuito fino a esaurimento posti, con prenotazione consigliata ma non obbligatoria: info@progettocantoregi.it 349.2459042 . Il bookshop è a cura della Libreria Clerici di Racconigi.

Marco Cazzato

Marco Cazzato nasce nel 1975 a Racconigi. Vive e lavora a Torino. Collabora, negli anni, con Corriere della Sera, Einaudi, Neri Pozza Editore, Rizzoli, La Stampa, Tuttolibri, Corraini Edizioni, Edizioni Piemme, Marsilio Editore, Il Sole 24Ore, GRRRz Comic Art Books, Slow Food, Penguin Random House, Linus, Sony, Emons Editore, Baldini Castoldi Editore, ANIMAls Coniglio Editore, Torino Film Festival, Stresa Festival, Teatro Metastasio e molti altri.

Nel 2010 esce per Grrrzetic Editore il suo libro “Mood”, un’antologia ragionata sugli stati d’animo. Nel 2016 il libro

redazione

Next Post

Moretta partecipa al progetto +Api per la biodiversità. Anche gli assessori contribuiscono

Ven Apr 1 , 2022
Il comune di Moretta partecipa al progetto +Api – Oasi per la biodiversità, portato avanti da Agrion e Fondazione Crc. L’obiettivo era quello di rendere l’area naturalistica scelta più accogliente per gli impollinatori e per chi vuole visitarla. per prima cosa è stata mandata una miscela di semi al Comune. […]
La bonifica della bealera di Moretta con gli assessori - la Pancalera