Al Santuario di Valmala assistenza medica per i visitatori tutti i weekend

Il raggruppamento di Piemonte e Valle d’Aosta del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta garantirà assistenza medica e logistica al santuario di Valmala tutti i sabati e le domeniche di apertura stagionale, in orario 9-19. L’attività prenderà il via domenica 14 giugno e continuerà fino al 31 agosto. Saranno attivi un ambulatorio con la presenza di un medico, un infermiere e due barellieri.

il santuario di valmala

L’accordo è stato preso a metà maggio tra il Gruppo di Cuneo del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta – CISOM e il rettore del Santuario di Valmala. Sono state impostate le basi della collaborazione che vedrà impegnato personale volontario del Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta nel corso della prossima estate con compiti di ambulatorio medico sul posto e di coordinamento dell’accesso dei fedeli all’edificio religioso e alle sue pertinenze.

Il legame tra Valmale e l’Ordine Ospitaliero di Malta

«Siamo particolarmente orgogliosi – sottolinea il Capo del Raggruppamento Piemonte e Valle d’Aosta del CISOM, Ilario Ziliottodi prestare il nostro servizio volontario presso il Santuario di Valmala, un’importante iniziativa che si sposa in pieno con le nostre finalità e alla quale abbiamo deciso di dedicarci a livello regionale anche in relazione del legame storico che c’è tra il santuario di Valmala e l’ordine ospitaliero di Malta. Tra il Trecento e l’Ottocento Valmala è stata infatti commenda dell’Ordine di Malta e ancora oggi le insegne comunali portano il simbolo dell’ordine, la croce a otto punte simbolo delle otto Beatitudini evangeliche.

Anche in considerazione di questo forte legame, quest’anno la delegazione di Torino dell’Ordine di Malta ha simbolicamente stabilito di organizzare, in tempi e con le modalità che saranno consentite, un pellegrinaggio regionale proprio a Valmala».

D’accordo con il rettore del Santuario, don Federico Riba, e con il Sindaco di Busca, Marco Gallo, il CISOM garantirà assistenza medica e logistica al santuario di Valmala tutti i sabati e le domeniche di apertura stagionale, in orario 9-19. L’attività prenderà il via domenica 14 giugno e continuerà fino al 31 agosto, salvo variazioni che dovessero essere ritenute necessarie per esigenze sociosanitarie o di altra natura.

L’ambulatorio a Valmala

In loco è in corso di allestimento un ambulatorio con tutta l’attrezzatura necessaria per il primo soccorso, il CISOM sarà operativo in tutti i giorni di servizio e che sarà fondamentale per prestare un soccorso immediato ai pellegrini in visita al Santuario.

Il personale del CISOM sarà composto da un medico, un infermiere e due barellieri.

Oltre all’assistenza medica, tra le iniziative che il CISOM sta portando avanti, in collaborazione con il rettore, c’è la definizione del numero massimo di fedeli che potranno essere accolti contemporaneamente in Santuario per rispettare i protocolli di distanziamento diffusi dal governo e dalla CEI, lo studio delle modalità di accesso più indicate e la logistica degli spazi esterni, dove stazioneranno coloro che non potranno accomodarsi nell’edificio religioso ma che vorranno comunque assistere alle funzioni, trasmesse mediante un impianto di amplificazione audio.

I gruppi di volontari coinvolti

I volontari del CISOM garantiranno il rispetto del protocollo di sicurezza sia per quanto riguarda il Santuario sia in relazione alle vicine aree pic-nic e alle attività di ristorazione.

È in fase di realizzazione la cartellonistica per informare i fedeli sulle principali indicazioni logistiche per la corretta fruizione degli spazi del santuario e della zona circostante.

Saranno coinvolti volontari dell’Ordine di Malta provenienti da tutti i gruppi piemontesi e il gruppo di Cuneo garantirà il necessario coordinamento tra le varie squadre per rendere continuativo il servizio: «si tratta di un impegno molto gravoso – precisa il Capo del Gruppo di Cuneo del CISOM, Giovanni Milanoma che svolgiamo con il consueto spirito di gruppo. Ai nostri volontari sarà affidato anche il compito, fondamentale, di prestare attività di formazione all’assistenza in favore del gruppo di volontari che don Federico sta costituendo per gestire l’afflusso al Santuario nei altri giorni della settimana: è importante infatti che tutti gli accorgimenti logistici che definiremo siano rispettati anche quando il nostro personale non potrà essere presente».

Nei prossimi giorni seguirà un sopralluogo al Santuario durante il quale verranno illustrate all’Amministrazione Comunale le modalità dei servizi che verranno effettuati.

Il CISOM

Il CISOM (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta) della Regione Piemonte e Valle d’Aosta ha sede ufficiale a Torino in Corso Vittorio Emanuele II 96, insieme alla Delegazione del Piemonte e della Valle d’Aosta dell’Ordine di Malta, presieduta dal signor Delegato Emanuele di Rovasenda del Melle di Ceresole di Palermo, Cavaliere di Onore e Devozione Probando in Obbedienza.

redazione

Next Post

Bonus Turismo e Voucher Vacanze per incentivare vacanze in Piemonte

Dom Mag 31 , 2020
40 milioni per far ripartire il Piemonte con il Bonus Turismo e diverse altre campagne di promozione e per sostenere le strutture ricettive Bonus turismo per alberghi e strutture ricettive, campagne di promozione e voucher vacanza: presentato il pacchetto di misure per rilanciare e sostenere il sistema turistico del territorio      […]
la-presentazione-del-bonus-turismo