SALUZZO A TEATRO: giovedì in scena “Amunì”

Saluzzo Turistica la pancalera

SALUZZO

Proseguono gli appuntamenti di “Saluzzo a teatro”: giovedì 16 marzo alle ore 21 andrà in scena AMUNI’, lo spettacolo realizzato dall’Associazione Voci Erranti con i detenuti del carcere di Saluzzo.

Lo spettacolo nasce nel 2013 nasce, con la regia di Grazia Isoardi, partendo dalla riflessione dei detenuti sul tema della paternità, dell’essere contemporaneamente figli e padri, padri assenti e figli difficili, figli cresciuti senza padri non perché orfani, quanto perché privi di padri autorevoli, portatori di valori e testimoni delle responsabilità della vita. Ora questi figli vivono nell’attesa del ritorno alla libertà e nel frattempo, diventati loro stessi genitori, attendono il ritorno del padre proprio come Telemaco fece con Ulisse.

AMUNI’ è la storia di nove fratelli che attraverso i giochi e i ricordi dell’infanzia ritornano a loro volta bambini. “ …che cosa vuol dire essere padre? Chi me lo può insegnare? C’è un altro Padre? Cosa sarebbe cambiato nella mia vita se papà fosse stato presente? ….”

Telemaco ha atteso il ritorno del padre, ha pregato affinché si ristabilisse nella sua casa, invasa dai Proci, la Legge, ma oggiAggiungi un appuntamento per oggi nessuno sembra più tornare dal mare anche se tutti abbiamo, almeno una volta, guardato il mare in attesa che qualcosa da lì tornasse. Pensieri di vite recluse, dubbi abitati dai sensi di colpa e responsabilità mancate, nostalgie di infanzie negate che prendono forma sul palcoscenico in un contesto di festa dal sapore amaro dell’ “assenza”. OggiAggiungi un appuntamento per oggi, grazie alla volontà del Direttore del carcere di Saluzzo, AMUNI’ è un progetto di trasferta in teatri esterni, un obiettivo raggiunto di crescita artistica ed umana del percorso di formazione offerto ai detenuti, occasione di riscatto sociale e di costruzione di ponti tra la realtà reclusa e quella libera.

Scritto e diretto da Grazia Isoardi – Coreografie di Marco Mucaria; Luci di Cristian Perria – Produzione VOCI ERRANTI.

L’Associazione Voci Erranti, dall’anno 2002, gestisce il Laboratorio Teatrale permanente per i detenuti della Casa di Reclusione di Saluzzo ed ogni anno produce un nuovo spettacolo aperto alla cittadinanza e agli istituti scolastici della Provincia raggiungendo oltre duemila presenze di spettatori. Da sempre, in accordo con le autorità competenti, il gruppo replica gli spettacoli in teatri esterni, anche fuori regione (Genova, Roma, Firenze, Milano, Torino, ecc.), perché si tratta di una realtà di teatro in carcere riconosciuta di eccellenza, raccogliendo sempre notevoli consensi sia da parte del pubblico che degli addetti ai lavori.

Ingresso intero € 8 – Ridotto € 5

Per informazioni ci si può rivolgere all’Associazione Voci Erranti, telefonare al numero 0172 89893, o inviare un’email a info@vocierranti.org oppure all’Ufficio Turistico IAT, in Piazza Risorgimento, 1 – 12037 Saluzzo (CN), telefonare al numero 0175 46710, o inviare un’email a iat@comune.saluzzo.cn.it.

redazione

Next Post

Creare un insolito profumo al museo di Savigliano

Mar Mar 14 , 2017
SAVIGLIANO A marzo inizia la primavera, i fiori sbocciano nei giardini, nei prati, sugli alberi e con il profumo della nuova stagione arriva una nuova festa: la Giornata Nazionale del Profumo, già in voga in Inghilterra e Francia da qualche anno nel giorno dell’equinozio di primavera. Domenica 19 marzo Francesca […]