A Saluzzo sgravi ed esenzioni per ripartire dopo il Covid

Il Comune di Saluzzo è al lavoro per varare una nuova manovra di sostegno a residenti e attività economiche per l’auspicato e tanto atteso “dopo-Covid”, nel secondo anno della pandemia. L’anno scorso il “pacchetto” di misure era stato approvato a fine maggio dopo il primo e lungo confinamento della prima ondata: 618 mila euro di sgravi, incentivi e minori entrate approvate con il nome di “Ri-partiamo insieme”.

Ora, praticamente passata anche la seconda e più pesante ondata di Coronavirus, l’Amministrazione civica del sindaco Mauro Calderoni sta tentando di mettere in campo maggiori risorse a favore della comunità, con una nuova manovra da circa 750 mila euro. Il programma prevede l’approvazione nel Consiglio comunale di fine luglio e gli uffici non rilasciano anticipazioni.

saluzzo-sgravi-esenzioni-covid-la-pancalera

Dehors

Come 12 mesi fa, funzionari e giunta comunale stanno effettuando calcoli e simulazioni sul bilancio per esentare, ridurre e tagliare i tributi locali, unica leva fiscale su cui può intervenire autonomamente il Comune. Ad esempio, l’ampliamento all’esterno di dehors e negozi è stato autorizzato senza costi per i commercianti, come nella tarda primavera del 2020.
Già effettivo, inoltre, il dimezzamento delle rette dell’asilo nido comunale “Jean Monnet” per tutte le famiglie che usufruiscono del servizio educativo per bimbi da 0 a 3 anni.

Occupazione suolo pubblico

Intanto, in seguito ai decreti urgenti del Governo dei mesi scorsi che hanno previsto esenzioni nel pagamento di tasse e tariffe locali, la giunta comunale ha approvato una delibera per posticipare dal 30 giugno al 30 settembre il pagamento del nuovo Canone unico per le occupazioni di suolo pubblico e per la pubblicità.

Canone mercatale

Spostate al 30 settembre e al 30 novembre le due rate del Canone mercatale (per il quale lo Stato ha deciso l’esenzione fino al 30 giugno), previste in annate normali al 30 giugno e al 30 settembre. Gli avvisi di pagamento saranno inviati direttamente all’indirizzo dei contribuenti.

Tari

Anche per la Tari 2021, la tassa rifiuti, è stato stabilito uno slittamento. La prima rata era prevista per il 31 maggio ed è stata fissata al 30 settembre, mentre resta al 16 dicembre la seconda. Anche in questo caso stanno arrivando le bollette nelle buche degli utenti.

redazione

Next Post

Elezioni Carignano, il gruppo La Città che Cresce incontra i cittadini

Ven Giu 18 , 2021
Il gruppo di cittadinanza attiva La Città che Cresce è presente con un gazebo in piazza Liberazione per incontrare i cittadini in vista delle prossime elezioni amministrative. «Al gazebo è esposta la documentazione di quanto fatto nei mesi scorsi – spiega il gruppo – mentre alle persone interessate vengono rivolte […]
carignano-elezioni-città-che-cresce-piazza-liberazione-la-pancalera