Saluzzo, i musei riaprono: si entra gratis dal 2 al 30 giugno

musei-la-castiglia

Da martedì 2 giugno, Festa della Repubblica, si potrà tornare a visitare i musei di Saluzzo: la Castiglia, Casa Cavassa e la Pinacoteca Matteo Olivero. Saranno ad ingresso gratuito fino al 30 giugno.

Le aperture, dopo la prima giornata festiva, proseguiranno dal venerdì al lunedì con i seguenti orari: domenica e festivi dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 19, venerdì, sabato e lunedì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Per una visita serena ed in sicurezza l’accesso ai musei verrà contingentato. Per rispettare le nuove regole è preferibile quindi prenotare in anticipo contattando l’Ufficio IAT. In assenza di prenotazione, l’ingresso al museo potrà avvenire soltanto nel caso in cui non si sia già raggiunto il numero massimo di visitatori consentito. Pertanto, per migliorare la qualità dell’esperienza di visita nei musei ed evitare tempi di attesa, si consiglia vivamente di prenotare.

Nei musei sono state messe in atto le misure e i servizi per lavorare ed accogliere in sicurezza.

Al visitatore si chiede di rispettare le regole già comunemente applicate in altri luoghi pubblici, ossia utilizzare la mascherina, disinfettarsi le mani, rispettare i percorsi e le indicazioni fornite dagli operatori e dalla cartellonistica, nonché di compilare all’ingresso un modulo di autocertificazione del proprio stato di salute.

Nel bookshop della Castiglia, inoltre, potrà accedere un visitatore alla volta, utilizzando i guanti usa e getta messi a disposizione dal personale.

Come contattare l’Ufficio Turistico

Per quanto riguarda l’Ufficio Turistico IAT,  l’orario di apertura è dalle 10 alle 12.30  e dalle 15 alle 18.30, dal martedì alla domenica e nei festivi,  preferibilmente su prenotazione e comunque con ingresso limitato ad un utente per volta. Tutti i materiali informativi, depliant del territorio, dei musei e altro materiale disponibile, verranno forniti dagli operatori, dotati di guanti.

Prenotare l’ingresso ai musei e all’ufficio turistico è facile e gratuito;  si può fare anche poco prima di recarsi in visita, telefonando al numero verde 800392789 oppure inviando una email a saluzzo@coopculture.it.

redazione

Next Post

Coazze, recuperato cercatore di funghi dal Soccorso Alpino

Sab Mag 30 , 2020
I tecnici della Stazione Valsangone del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese hanno da poco concluso il recupero di un cercatore di funghi. Ha avuto un malore nei boschi a monte di Forno di Coazze (To). L’uomo di 65 anni si è sentito male, con perdita dei sensi in un punto […]
coazze-recupero-cercatore-funghi