Saluzzo, incontri e approfondimenti sulla violenza di genere

Il Comune di Saluzzo e la Consulta pari opportunità organizzano fino al 30 novembre l’ormai tradizionale rassegna Storie di dis(pari) opportunità – Un mese di incontri dedicato alle donne iraniane che da settimane organizzano proteste e manifestazioni contro la dittatura di Teheran.

Sabato 12 novembre dalle 17,30 si terrà una fiaccolata di solidarietà per le iraniane Donne, vita e libertà con ritrovo alle 17,30 in piazza Cavour. Seguirà alle 18 nel cinema teatro Magda Olivero un approfondimento con esperti.

Si prosegue nella settimana del 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Giovedì 24 novembre al Magda Olivero c’è Scoop: donna sapiens, spettacolo teatrale di e con Giobbe Covatta (a cura di Fondazione Piemonte dal vivo). Venerdì 25 alle 9,30 per le scuole al Magda Olivero e alle 15,30 al Monastero della Stella Un futuro a scarpe spaiate – Rivestiamoci dei ruoli che vogliamo. Alle 21, sempre al Magda Olivero,
Ritratto di donne.

Sabato 26 novembre, alle 9 all’Antico palazzo comunale Le sette e la manipolazione mentale a cura della Fidapa, con replica alle 15,30 al Monastero della Stella. Alle 18,30 il vescovo di Saluzzo monsignor Cristiano Bodo celebra una messa in ricordo delle donne vittime di violenza, a cura dello Zonta club Saluzzo.

Martedì 29 novembre nella Sala tematica de Il Quartiere presentazione del libro Noi voci invisibili a cura dell’associazione Di.a.psi e, infine, mercoledì 30 alle 21 al Monastero della Stella concerto Il giardino di Amida.

«Grazie a tutte le associazioni che collaborano con la Consulta – dice l’assessore comunale di Saluzzo Attilia Gullino – condividendo le loro iniziative, anche al fine di rendere più organica e fruibile da parte del pubblico la programmazione in tema di pari opportunità. Questo novembre è dedicato alla solidarietà alle donne iraniane, con una fiaccolata che si terrà il 12 cui seguirà un dibattito sul tema. Non vogliamo che questa iniziativa assuma un carattere politico, anche perché la situazione iraniana è complessa e la resistenza contro il regime degli ayatollah ha molte anime, impossibili da comprendere fino in fondo e che spesso risultano di difficile contestualizzazione e interpretazione. Come amministrazione e come consulta l’idea è quella di esprimere solidarietà verso le donne di quel Paese, che lottano per il diritto alla libertà, dando loro la visibilità che forse i media riservano in questo momento ad altre questioni».

redazione

Next Post

Pancalieri, domenica la castagnata di San Martino

Ven Nov 11 , 2022
La Pro Pancalieri organizza per domenica 13 novembre un mercatino dell’usato con castagnata. Il Mercatino dei Ragazzi è riservato a bambini e ragazzi che vogliono vendere i propri giocattoli, libri e vestiti. Si terrà in piazza San Nicolao dalle 10 del mattino; per partecipare è necessario prenotare un tavolo telefonando […]
Castagnata-pancalieri-2017-la-pancalera