Saluzzo ha avviato in anticipo la stagione irrigua nelle campagne

LE AZIONI DEL COMUNE DI SALUZZO PER SUPPORTARE IL SETTORE AGRICOLO IN QUESTI MESI DI SICCITA’

In anticipo di diverse settimane, il 29 marzo dopo oltre 3 mesi senza piogge, il Comune di Saluzzo ha avviato la stagione irrigua nelle campagne, impostando il sistema di canalizzazioni in “modalità estiva”, cioè lasciando passare un volume di acqua maggiore, proprio come si fa nei periodi caldi quando campi e colture sono più “assetati”.

L’ha deciso l’Amministrazione comunale del sindaco Mauro Calderoni. L’obiettivo è essere vicino e di supporto al settore agricolo, fondamentale e trainante per l’economia della città e di tutto il Saluzzese.

Preoccupazione per la stagione irrigua

«Come giunta comunale – dice il primo cittadino – ci confrontiamo costantemente con gli imprenditori agricoli e con le associazioni di categoria. Il settore ci esprime forte preoccupazione e la facciamo nostra. Questo ci sprona ad impegnarci ancor di più e a trovare insieme strategie nuove, come ad esempio, quella dell’anticipo della stagione irrigua».

Il Comune, l’altra settimana, ha promosso in municipio un incontro tra i rappresentati dei consorzi irrigui e il senatore Giorgio Bergesio, presidente di Acque irrigue cuneesi, soggetto che raggruppa 18 consorzi irrigui di secondo grado della Granda.

Una corretta gestione dell’acqua

Intanto, nella seduta di martedì 29 marzo, il Consiglio comunale di Saluzzo ha anche approvato, all’unanimità, un ordine de giorno su «Una corretta gestione dell’acqua» con cui l’assemblea rappresentativa cittadina chiede alla Regione «che venga intrapresa una politica di gestione della risorsa idrica che tenga conto delle esigenze delle componenti ecologiche, biologiche e ambientali di ogni territorio; che, allo stesso tempo, tale politica non vada a discapito delle vitali attività umane che hanno nell’acqua una componente essenziale ed imprescindibile».

Evitare sprechi

Sempre nei giorni scorsi, e sempre riguardo le tematiche dell’acqua, anche se in un altro contesto, il Comune ha fatto suo l’appello dell’Ato4 Cuneese per evitare sprechi di acqua potabile e per promuovere solamente utilizzi essenziali, come per la pulizia delle persone e per la preparazione di cibi, ma non per altre attività come irrigazione di orti o lavaggio vetture.

redazione

Next Post

Bolletta rifiuti, parte il sistema della tariffazione puntuale in alcuni paesi

Gio Apr 14 , 2022
Parte per un campione di paesi, il sistema della tariffazione puntuale per la raccolta rifiuti di Covar14. Dal 1° aprile è attiva a Piobesi Torinese, Candiolo, Villastellone, Vinovo, Trofarello e Bruino. Si tratta di un’importante modifica del metodo di calcolo della bolletta dei rifiuti. É il passaggio alla cosiddetta “tariffazione […]
Bidoni-rifiuti-nero-covar14-la-pancalera-giornale