La provincia di Cuneo rimane in zona rossa fino al 18 aprile

L’incidenza dei casi (277 ogni 100 mila abitanti) supera ancora la soglia di allerta

I dati epidemiologici che sono stati appena trasmessi alla Regione Piemonte, aggiornati alla data di oggi 13 aprile, certificano per la provincia di Cuneo una ulteriore crescita dell’incidenza a 277 casi ogni 100 mila abitanti, nettamente superiore alla soglia di allerta di 250.

In linea con il nuovo decreto, che prevede in questi casi misure più restrittive, la Regione Piemonte si trova obbligata a prorogare la permanenza della provincia di Cuneo in zona rossa fino a domenica 18 aprile.

Ecco quali sono alcuni dei paesi della provincia in zona rossa

Ancora vietato uscire dalle abitazioni, eccetto che per motivi di lavoro, salute o necessità a Moretta, Torre San Giorgio, Saluzzo, Cardè, Murello, Faule, Polonghera, Casalgrasso, Racconigi, Caramagna P.te.

provincia-cuneese-zona-rossa-murello-la-pancalera

Venerdì 16 aprile cisarà una nuova verifica dell’evolversi della situazione. Verrà analizzata la possibilità, in caso di miglioramento dei dati, di anticipare l’ingresso in zona arancione già dal weekend.

redazione

Next Post

Commercianti e ristoratori in piazza a Torino e Cuneo: ripartire e lavorare

Mar Apr 13 , 2021
Contrasto della pandemia e difesa del tessuto produttivo per farlo giungere “vivo” e reattivo fino al momento della ripartenza. Sono queste le principali richieste, raccolte in un documento consegnato poi al Prefetto Fabrizia Triolo, che sono state avanzate dalla Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Cuneo in occasione della […]
Flah mob commerciati ristoratori cuneo 13 aprile 2021 la pancalera