Profughi ucraini arrivati a Santena, andranno a Pancalieri, Carignano e Osasio

36 profughi ucraini sono arrivati a Santena ieri pomeriggio, domenica 13 marzo. Sono stati raccolti a Lublino in Polonia e portati in salvo dalla missione piemontese organizzata e guidata dal consigliere regionale del Piemonte Davide Nicco.

Pancalieri-ucraina-davide-nicco-luca-pochettino-accoglienza-profughi-santena-la-pancalera-giornale
Il sindaco di Pancalieri Luca Pochettino con il consigliere regionale Davide Nicco

Ad accoglierli c’erano i sindaci degli otto paesi del torinese che li ospiteranno: Giorgio Albertino (Carignano), Ivana Gaveglio (Carmagnola), Silvio Cerutti (Osasio), Luca Pochettino (Pancalieri), Angelita Mollo (Poirino), Ugo Baldi (Santena), Stefano Napoletano (Trofarello) e Francesco Prinicipi (Villastellone).

ucraina-profughi-santena-davide-nicco-giorgio-albertino-la-pancalera-giornale
Il sindaco di Carignano Giorgio Albertino accoglie i profughi a Santena

La missione era partita nella serata di venerdì 11 marzo. Dopo un viaggio di più di 40 ore di autobus fra andata e ritorno, si è conclusa con la presa in carico dei profughi da parte dei Comuni, che ora provvederanno al disbrigo delle pratiche amministrative e sanitarie sotto il coordinamento della Protezione Civile regionale. Entro 48 ore dalla registrazione presso le Forze dell’ordine, i profughi riceveranno il riconoscimento dello status di rifugiati, che dopo due mesi dal conseguimento darà loro il diritto di trovare regolare lavoro in Italia. I profughi saranno successivamente presi in carico dal sistema di accoglienza della Regione Piemonte, che potrà rendere disponibile anche un piccolo contributo per le famiglie ospitanti.

È il primo caso in Piemonte di un’iniziativa organizzata con la mobilitazione diretta e coordinata di più amministrazioni comunali. «Durante il viaggio – racconta Nicco – abbiamo potuto ascoltare le loro storie di disperazione, che raccontano di civili presi di mira da cecchini in strada, bambini morti sotto le bombe, case abbandonate e famiglie divise. Molte di queste persone sono salite sul pullman senza nemmeno sapere dove fossero dirette, cosa le avrebbe aspettate e senza avere un parente o conoscente ad attenderle all’arrivo. Per fortuna possiamo contare sulla grande generosità degli italiani, in questo caso i nostri sindaci e le famiglie del territorio che hanno aperto le loro case. Un grazie sentito anche agli sponsor che hanno messo a disposizione mezzi e risorse per coprire i costi dell’operazione».

La missione è stata resa possibile infatti grazie al sostegno di un gruppo di imprese locali: Carrozzeria Schimmenti e Autonoleggio Mortara (Santena), Autocarrozzeria Safari (Villastellone), Autocar Srl (Poirino), Apgf (Nichelino). La pizzeria-ristorante Drago Verde di Santena ha accolto i profughi all’arrivo offrendo loro un ristoro.

redazione

Next Post

Chiusa la Fiera di Primavera di Carmagnola, l'agricoltura si conferma settore strategico

Lun Mar 14 , 2022
Si è chiusa ieri, domenica 13 marzo, la 558esima Fiera di Primavera a Carmagnola che ha portato in città il meglio del settore agricolo e dell’allevamento con la mostra mercato di macchinari agricoli e i concorsi legati alle mostre zootecniche provinciali della razza bovina piemontese e frisona italiana. Arrivate alla 41a edizione, […]
Fiera-primavera-2022-autorità-la-pancalera-giornale-carmagnola