Più di 3 mila euro per Casa Roberta

È questo lo straordinario risultato del pranzo organizzato nella sede degli Alpini di Carmagnola

casa-roberta-pranzo-la-pancalera

CARMAGNOLA
170 persone hanno risposto all’appello lanciato dall’O.A.M.I. partecipando al “Pranzo con Casa Roberta” nel Salone degli Alpini di Carmagnola domenica 28 febbraio.
Con lo scopo di sensibilizzare la popolazione sul progetto della Casa per disabili, la giornata è stata rallegrata anche dagli interventi del poeta carmagnolese Gian Antonio Bertalmia. Presente l’assessore Letizia Albini, che ha portato i saluti dell’Amministrazione ed espresso l’importanza del progetto per la Città.
Nel corso del pranzo sono stati estratti i numeri vincenti della lotteria e assegnati ben 200 premi, grazie alla generosa collaborazione dei commercianti di Caramagna, Carignano, Carmagnola, Casalgrasso, Fossano, Lombriasco, Moncalieri e Pancalieri.
L’O.A.M.I. ringrazia in particolare «i cuochi che hanno permesso la realizzazione del pranzo e i numerosi volontari intervenuti, l’associazione Alpini di Carmagnola per la disponibilità della Sala, il CISA 31 che è stato presente con il saluto del presidente Valeria Torazza, i macellai di Carmagnola. Il generoso contributo di tutti quanti ha consentito all’O.A.M.I. Carmagnola di raggiungere lo straordinario risultato di 3.228,90 euro al netto delle spese».
L’associazione sarà presente nelle prossime occasioni cittadine per informare sul progetto e raccogliere fondi con la vendita delle “Arance di Roberta”.
I premi non riscossi possono essere ritirati contattando la Marisa al 339.6206544.
«Ringraziamo infine per le donazioni fatte in memoria dei defunti Francesco Ferrero e Michele Brezzo e ricordiamo che in seguito ad un incontro per la presentazione di prodotti per la casa sono stati raccolti ulteriori 700 euro lo scorso mese».

redazione

Next Post

Clandestini. Un ordine di rimpatrio a Saluzzo

Ven Mar 11 , 2016
SALUZZO Negli ultimi giorni i carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo hanno eseguito una serie di controlli per contrare l’immigrazione clandestina ed altre forme di illegalità connesse alla presenza di stranieri irregolari sul territorio della provincia di Cuneo. Così è stato scoperto che un albanese 30enne con precedenti penali, che […]
clandestini la pancalera