Museo del Tessile, a Chieri ciclo di conferenze sulla storia della manifattura

Il Museo del Tessile di Chieri organizza, a partire da sabato 20 febbraio fino al mese di dicembre, il ciclo di conferenze «ARS ET INDUSTRIA», 15 appuntamenti, tra incontri, eventi e mostre, con cui si inaugura il nuovo corso culturale del Museo, ed il parziale riallestimento delle collezioni.

«ARS ET INDUSTRIA» è un Progetto realizzato con il patrocinio del Comune di Chieri, della Città Metropolitana di Torino, della Regione Piemonte e di UICI (sezione di Torino), il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo e la sponsorizzazione tecnica di Cascina Gilli.

museo-del-tessile-chieri-Franca-Pisani-la-pancalera
Franca Pisani

Si inizia sabato 20 febbraio, alle ore 15, nella sala della Porta del Tessile in via Santa Clara 5, a Chieri, con la presentazione del programma culturale ed espositivo del Museo da parte di Melanie Zefferino, Presidente della Fondazione Chierese per il Tessile e Museo del Tessile.

Seguiranno la relazione di Vincenzo Tedesco (Responsabile dell’archivio storico del Comune di Chieri) sul tema «Le aziende tessili chieresi tra memoria e documentazione», mentre Marinella Bianco (Archivista co-titolare di Acta Progetti snc di Torino) racconterà come «Scoprire l’archivio d’impresa e stimarne la heritage».

Interverranno Alessandro Sicchiero, Sindaco della Città di Chieri, Antonella Giordano, Assessore alla Cultura della Città di Chieri, il Comm. Filiberto Martinetto (Socio Fondatore e Consigliere di Amministrazione della Fondazione Chierese per il Tessile, Presidente del Martinetto Group) e Laura Vaschetti (Consigliere di Amministrazione della Fondazione).

Spiega Melanie Zefferino, Presidente della Fondazione Chierese per il Tessile e Museo del Tessile: «Per questo ciclo di conferenze che vedrà protagonisti specialisti dell’arte e della manifattura tessile, insieme ad artisti affermati a livello internazionale o giovani emergenti, ho scelto il titolo di Ars et Industria, ispirandomi da quello che fu il motto della Lenci di Torino, Ludus est nobis constanter industria” (il gioco è per noi un continuo fare industrioso). Infatti, sabato 6 marzo dedicheremo una conferenza proprio alla storica manifattura Lenci, esponendo le bambole della collezione di Lorena Cascino, perché in quella fabbrica, che prima della guerra impiegava oltre 500 persone, la produzione si intrecciava con la creatività artistica. Artisti come Umberto Mastroianni, Marcello Dudovich, Gigi Chessa e altri disegnavano modelli e lavoravano insieme a ceramisti, decoratori e sartine. Allora si parlava di “arti applicate”, ovvero quello che oggi per certi versi associamo al design. Nel nuovo millennio stiamo assistendo al ritorno della convivenza tra realtà produttiva e realtà artistica, tra il fare industrioso ed il talento artistico, tra la manifattura e la creatività, infatti si parla di creative industries. E cosa c’è di più creative industry del tessile?».

redazione

Next Post

Pro Pancalieri: rinnovo tessere 2021, soci attesi domenica 21 febbraio

Mar Feb 16 , 2021
La Pro Loco di Pancalieri si prepara al tesseramento per l’anno 2021. I soci possono rinnovare la tessera domenica 21 febbraio; il Direttivo ha organizzato un punto dedicato alle operazioni davanti al Municipio del paese, in piazza Vittorio Emanuele. Dalle 9.30 alle 12 ci saranno i volontari Pro Pancalieri che […]
Pro-Loco-pancalieri-tesseramento-la-pancalera