La società unica metropolitana dei rifiuti partirà a settembre

logo Covar la Pancalera

Nella NewCo confluiranno Covar14 e Cidiu

CARIGNANO – La new company in cui confluiranno il consorzio rifiuti Covar14 e Cidiu prenderà definitivamente forma nella prima metà di settembre: Maurizio Piazza e Angelino Riggio confermano così la volontà di proseguire nella costituzione della società unica metropolitana dei rifiuti.

La scadenza, inizialmente prevista a luglio, è procrastinata di qualche settimana per dare modo alla nuova Giunta comunale di Moncalieri, insediatasi con le elezioni di maggio, di prendere visione degli atti approvati dalla precedente Amministrazione e dei relativi impegni presi nei confronti degli altri Comuni, ma anche di conoscere gli sviluppi futuri della società, che avrà la governance dei rifiuti per l’area Torino sud e ovest e, in futuro, potrebbe aprirsi anche al capoluogo.

«La costituzione della società unica metropolitana dei rifiuti non è mai stata messa in discussione e, dopo la pausa estiva, approveremo gli atti di riferimento per proseguire sulla strada intrapresa», detta i tempi Maurizio Piazza, primo cittadino di Beinasco e presidente dell’Assemblea dei Sindaci del Covar14, che con Angelino Riggio, sindaco di Nichelino, conferma la volontà del consorzio di portare a termine il progetto.

Alla base della NewCo c’è la volontà di ottimizzare i servizi e ridurre le tariffe a carico dei cittadini: due obiettivi auspicati da tutti e considerati indifferibili dai sindaci che hanno avviato l’iter per l’unione delle due realtà, già valutata positivamente dall’ufficio di presidenza del Covar14.

redazione

Next Post

I profughi a Carmagnola. Accolte 36 persone

Mar Lug 14 , 2015
La presentazione del progetto CARMAGNOLA – Il progetto di accoglienza migranti “Altra-meta”, attivo a Carignano dal 2014, è partito a luglio anche a Carmagnola. È gestito dall’associazione carignanese Tra Me su incarico della Prefettura di Torino, in seguito alla vincita di una gara d’appalto pubblica. Vengono ospitate 65 persone a […]
accoglienza-profughi-la-pancalera