Incidenti in montagna, mortale una discesa con tecnica canyoning

Con la possibilità di spostarsi e andare in montagna per riprendere le attività all’aperto, si sono purtroppo verificati del fine settimana appena concluso diversi incidenti. Numerosi sono stati infatti gli interventi del Soccorso Alpino piemontese.

Un escursionista sabato 23 maggio, era precipitato in un vallone nel Vallone Rio Molinaccio (Caprile – Bi). E’ stato in grado di effettuare una chiamata solo ieri mattina a causa di assenza di copertura telefonica. E’ stata inviata l’eliambulanza 118 che ha recuperato e ospedalizzato l’uomo.

Diversi incidenti hanno coinvolto scialpinisti

Nel comune di Sauze di Cesana (To) al Colle della Ramiere, uno scialpinista è caduto con sospetta frattura del femore intorno a quota 2850 metri. L’allarme è delle ore 8.45 di ieri. E’ stata inviata l’eliambulanza 118 che ha recuperato lo scialpinista. Durante il volo di rientro il tecnico del Soccorso alpino a bordo ha notato dei reperti abbandonati alla base di una valanga non recente. Ha recupera un casco con attaccata telecamera che è stata consegnata ai Carabinieri. I video contenuti non sono risultati interessanti, ma con l’elicottero dei Vigili del Fuoco è stata portata in loco una squadra mista Soccorso Alpino civile e Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. E’ stata bonificata la valanga con Artva e sondaggio senza alcun ritrovamento. Alle ore 14.30 le squadre sono rientrata a valle in sci.

Anche a Punta Ondezana (Locana – To) un incidente ha visto coinvolto uno scialpinista, una donna precipitata. L’allarme è stato lanciato intorno alle 10 di ieri. L’eliambulanza 118 ha recuperato e ospedalizzato la donna.

Ancora uno scialpinista è precipitato dalla cima dedi Punta Collerin (Balme -To) sul lato est, verso l’Italia. La chiamata di soccorso è stata effettuata intorno alle 11 da una persona che ha assistito all’incidente ed è scesa a valle per trovare una rete telefonica. L’eliambulanza 118 ha individuato la salma circa 100 metri sotto la punta della montagna. L’equipe ha potuto soltanto constatare il decesso. Dovrebbe trattarsi di un 50enne residente a San Maurizio Canavese (To).

Altri interventi per il 118

Nel corso della domenica sono state recuperate anche due persone con sospette fratture alle gambe nel Vallone del Rio Toglie, comune di Viù (To) e presso il Santuario della Vaccherezza, comune di Condove (To). In entrambi i casi è intervenuta l’eliambulanza 118.

Intorno alle 13, la Centrale operativa è stata chiamata per un minore con sospetta morsicatura di una vipera lungo il sentiero della ferrovia Decauville al lago di Malciaussia, Usseglio (To). Il ragazzo è stato portato in ospedale.

Recupero canyoning vallone di Piantonetto
Il recupero nel Vallone del Piantonetto

Canyoning, ritrovata la persona dispersa

La squadra forristi della XII Delegazione Canavesana del Soccorso Alpino è invece intervenuta per recuperare due persone impegnate in una discesa con la tecnica canyoning in un torrente nel vallone di Piantonetto, a monte dell’abitato della frazione Rosone di Locana. Una persona è già stata recuperata mentre l’altra, dispersa, è stata ritrovata nel Vallone del Piantonetto.

redazione

Next Post

Faule, locali aperti dopo il lockdown, anche bar e pizzeria del paese

Mar Mag 26 , 2020
Sono tantissime le norme, con le quali i locali devono imparare a convivere: distanza fra i tavoli, mascherine al personale, accessi differenziati, gel igienizzante per tutti, sanificazione, misure destinate forse a diventare la normalità. Tutto ciò comporta posti dimezzati, ma comunque tanta voglia di ripartire: «E’ stato bello ritrovare i […]
Mario-della-pizzeria-MAMA