… e finalmente arriva Dacia Maraini! Incontro con l’autrice a Carmagnola

… e finalmente oggi arriva Dacia Maraini, una delle scrittrici italiane più amate dal pubblico dei lettori, soprattutto quello femminile.

Sarà oggi, venerdì 11 settembre, alle ore 21 a Carmagnola, al festival letterario Letti di Notte organizzato dal Gruppo di Lettura Carmagnola al parco La Vigna di via San francesco di Sales. E’ il quarto appuntamento della rassegna e, come sempre l’ingresso è libero e grauito.

Dacia Maraini, grande scrittrice apprezzata sia in Italia che all’estero, conosciuta per le sue opere di prosa ma anche di poesia, saggistica e drammaturgia, nelle quali affronta, in particolare, temi sociali legati all’infanzia e alla vita delle donne.

Nata a Fiesole nel 1936, all’età di due anni la piccola Dacia, insieme ai genitori, lascia l’Italia fascista alla volta del Giappone. L’8 settembre 1943, la famiglia, che si rifiuta di riconoscere la Repubblica di Salò, viene reclusa in un campo di concentramento a Tokyo. Questa dura esperienza segnerà molto la giovanissima Maraini e verrà rievocata, molti anni dopo, in diverse sue poesie.

Al termine della guerra, la Maraini rientra in Italia con i familiari per stabilirsi dapprima a Bagheria, in Sicilia, presso i nonni materni (e proprio i giorni di Bagheria saranno ricordati nell’omonimo memoir, uno dei molti capolavori di questa autrice). Successivamente vive a Roma, dove dall’inizio degli anni Sessanta comincia a dedicarsi alla narrativa e incontra Alberto Moravia, romanziere già affermato che sarà il suo compagno fino al 1983.

Il romanzo d’esordio di Dacia Maraini è La vacanza, pubblicato nel 1962: si
tratta del primo di una lunga serie di successi. Sempre negli anni Sessanta la Maraini sviluppa un forte interesse anche per la drammaturgia che la porterà nel 1973 a fondare il Teatro della Maddalena, tutto al femminile, e a comporre più di trenta opere teatrali, tra cui una celebre Maria Stuarda.
La Maraini vince il Premio Campiello nel 1990 con La lunga vita di Marianna Ucrìa e il Premio Strega nel ’99 con una bella raccolta di racconti, Buio. Dal 2014 è candidata al Nobel per la Letteratura.

IL LIBRO: TRIO

trio copertina

Sicilia, 1743. Il loro legame viene da lontano, e ha radici profonde. È nato quando, ancora bambine, Agata e Annuzza hanno imparato l’arte tutta femminile del ricamo sotto lo sguardo severo di suor Mendola; è cresciuto nutrendosi delle avventure del Cid e Ximena, lette insieme in giardino, ad alta voce, in bocca il sapore dolce di una gremolata alla fragola; ha resistito alle capriole del destino, che hanno fatto di Agata la sposa di Girolamo e di Annuzza una giovane donna ancora libera dalle soggezioni e dalle gioie del matrimonio.

Ora, mentre un’epidemia di peste sta decimando la popolazione di Messina, le due amiche coltivano a distanza il loro rapporto in punta di penna, perché la paura del contagio le ha allontanate dalla città ma non ha spento la voglia di far parte l’una della vita dell’altra. E anche se è lo stesso uomo ad accendere i loro desideri, e il cuore scalpita per imporre le proprie ragioni, Agata e Annuzza sapranno difendere dalla gelosia e dalle convenzioni del mondo la loro amicizia, che racconta meglio di qualunque altro sentimento le donne che hanno scelto di essere.

Il ritorno di Dacia Maraini alla narrazione storica dopo La lunga vita di Marianna Ucrìa, uno dei suoi libri più amati, è un romanzo intenso e delicato, pervaso dai colori e dagli odori della sua Sicilia, che attraverso il filtro di un passato mai così vicino parla di ognuno di noi, e di cosa può salvarci quando fuori tutto crolla.

L’ INTERVISTATORE

Dacia Maraini dialogherà con Luca Ferrua, caporedattore a La Stampa in Cronaca di Torino dopo aver girovagato per il quotidiano sabaudo tra il Piemonte e Milano.

Per La Stampa racconta i ristoranti di Torino e ha scritto “Gli uomini delle stelle” una raccolta di interviste a chef stellati. Oltre ai vini e al cibo le altre grandi passioni sono i profumi che racconta e vota nella giuria dell’Accademia del profumo.

redazione

Next Post

Racconigi ricorda la nascita del principe di Piemonte Umberto di Savoia

Ven Set 11 , 2020
Con settembre torna un calendario di proposte che l’Ufficio Turistico di Racconigi in collaborazione con le guide Conitours suggerisce per animare i fine settimana. Gli eventi sono in programma dal 13 al 27 settembre. Due sono gli appuntamenti dedicati alla scoperta del Castello Reale attraverso piccoli approfondimenti tematici. In ricordo […]
il castello di racconigi