Vite di piloti: incontro con Filippo Nassetti per “Il libro del mercoledì”

Incontro con Filippo Nassetti domani, 21 luglio, per la rassegna “Il libro del mercoledì” del Gruppo di Lettura Carmagnola.

Si parlerà del libro “Molte aquile ho visto in volo”: l’autore, Filippo Nassetti, è giornalista, comunicatore e blogger. Bolognese di nascita e romano d’adozione, ha scritto per “Il Foglio”, “Il Giornale”, “Panorama”, “Diario”, “Rivista Undici”, “Guerin Sportivo” e ha collaborato a due trasmissioni di Rai Tre. Da oltre vent’anni lavora per Alitalia, dove segue i rapporti con i media e la rivista di bordo “Ulisse”.

Cosa motiva un pilota?

Filippo Nassetti cerca la risposta meno scontata, atterrando i suoi personaggi. Proprio raccontandoci altro di loro ci fa capire perché “staccano l’ombra da terra”.

Molte-aquile-ho-visto-in-volo-filippo-nassetti-carmagnola-la-pancalera

Vi sarà capitato infatti di chiedervi: chi c’è dietro quella porta? La porta è quella della cabina di pilotaggio e voi siete seduti nell’aero, sospesi in cielo, affidati alle mani di chi sta ai comandi. Non lo vedete, forse lo avete scorto mentre passava i controlli dedicati, insieme con il resto dell’equipaggio, divisa stirata, cappello, valigetta di pelle. Ne avete sentito la voce, rassicurante, al decollo, poi più niente. Vi siete affidati a lui come al chirurgo che compie su di voi una complessa operazione, impossibile da spiegare e da comprendere. Ogni giorno migliaia di aerei volano e migliaia di uomini li manovrano. Tra loro ci sono potenziali eroi, pignoli e creativi, innamorati e cinici, capitani prudenti e temerari.

La cronaca ne parla quando succede qualcosa di eccezionale: un atterraggio di fortuna (magari sulle acque di un fiume), un salvataggio spericolato o, al contrario, un errore umano, troppo umano, e uno schianto. Ma le loro storie precedono quell’attimo fatale. Questa raccolta socchiude la porta della cabina e vi lascia intravedere gli uomini che stanno dentro. Dopodiché, volare non sarà più la stessa cosa. La motivazione principale che spinge Filippo Nassetti a questo “volo” è il ricordo di suo fratello Alberto, pilota tragicamente deceduto in giovane età, il cui nome vi potrebbe esser capitato di leggere sulla carlinga di un aereo. La sua figura e la sua vicenda fanno da filo conduttore alla collana di storie che unisce altri piloti e svela i loro lati non oscuri, ma meno conoscibili. La passione irresistibile di Alberto è la miccia che ne innesca di altrettanto totalizzanti. La scelta è precoce, il rischio evidente, la soddisfazione irrinunciabile. Per volare Alberto rinuncia a un destino più facile, per continuare a farlo lo volgerà in dramma.

La presentazione si svolgerà alle ore 21 nel cortile del Comune di Carmagnola in Via Silvio Pellico.

redazione

Next Post

A Piobesi Torinese un murales che racconta il diritto all’istruzione

Mar Lug 20 , 2021
Preparato dai ragazzi di Piazza Ragazzabile, il muro del centro sociale comunale di via XXV Aprile di Piobesi Torinese ospita ora un murales nato nell’ambito del progetto “Museo a cielo aperto”. L’opera è stata realizzata dai writers dell’associazione Monkeys Evolution Luca Daniele Pellizzari, in arte PLZ, e Berny Scursatone in […]
Museo-cielo-Aperto-diritto-istruzione-piobesi-torinese-writers-la-pancalera