EXPLORANDO TERZA EDIZIONE DAL 2 AL 5 GIUGNO 2016

L’arrivo a Torino nel Green Week il 5 giugno del percorso di 229 Km che parte da Milano il 2 giugno

GIUGNO-La Pancalera

TORINO
Il comitato di Explorando, composto dai due parchi regionali piemontesi del Ticino e Lago Maggiore, e del Po e
Collina torinese, dall’ Associazione Irrigua Ovest Sesia e dall’ Associazione Irrigua Est Sesia, propone dal 2014 la
sperimentazione di un itinerario cicloturistico di quattro giorni tra Milano e Torino aperta a tutti. Il percorso
sperimentale scorre lungo il Canale Cavour, collegando i sopracitati due parchi – entrambi siti UNESCO Riserve
della Biosfera MaB (di cui una è la new entry di CollinaPo/area orientale metropolitana torinese), e l’area
metropolitana di Milano lungo i Canali Irrigui. Un progetto nato dal comitato per sensibilizzare istituzioni,
cittadini e imprese per realizzare la ciclovia del Canale Cavour. L’itinerario passa per le alzaie dei canali irrigui
che percorrono la pianura fra Piemonte e Lombardia, tra Po e Ticino. Una unione possibile in particolare lungo lo
straordinario tracciato di oltre 80 km del Canale Cavour, fatto costruire a metà Ottocento da Camillo Benso Conte
di Cavour, normalmente quasi tutto chiuso alla fruizione pubblica.
La terza edizione di Explorando, nel 150° della realizzazione del Canale Cavour, giungerà quest’anno a Torino per
la prima volta dopo quattro giorni di pedalate con 12 visite guidate speciali fra il Ticino, Vercelli e le città lungo il
Canale e il Po (vedi scheda seguente), e 229 km complessivi di percorso.
Il gruppo di oltre 40 esploratori accompagnati dai partecipanti al raduno Nord Ovest di Fiab con circa 50
iscritti, giungerà a Torino in Porta Nuova/piazza Carlo Felice, ospiti il 5 giugno – nella giornata Mondiale
dell’Ambiente e nel Green Week della Città di Torino – del Gazebo di Giardino Forbito. La parata dei ciclisti,
giungendo da Chivasso, percorreranno il Po dal Meisino lungo Corso Casale fino alla Gran Madre, per passare da
Piazza Vittorio e Via Po da Piazza Castello e San Carlo, per terminare presso il Gazebo dei Gardini Sambuy sede
di iniziative ed attività a cura di Giardino Forbito che ospiteranno produttori agricoli del territorio, intorno alle 15.30.
Ad accoglierli l’energia coreutico-musicale della 10° edizione di ETNOTANGO Festival con tango argentino fra
giardini fioriti e biciclette, oltre alle proposte Verdi di Giardino Forbito, al punto informativo di IREN con le loro
biciclette elettriche e la presenza di To Bike.
Il presidio nei giardini Sambuy sarà attivo dalle 10 del mattino con la possibilità di avere informazioni su tutte le
attività del Parco del Po e Collina torinese e della Riserva della Biosfera UNESCO ColinaPo, e conoscere le
proposte della Green Week di Città di Torino, che in quei giorni propone tanti appuntamenti come: EVERGREEN
(dal 23 maggio all’11 luglio), al Parco della Tesoreria prima edizione di un progetto innovativo di avvicinamento dei
cittadini agli spazi verdi e di socializzazione delle risorse e delle opportunità del territorio nelle reti di innovazione
sociale, il FESTIVAL CINEMAMBIENTE 19^ edizione (31 maggio / 5 giugno), Cinema Massimo, Piccolo Cinema,
Cecchi Point, Cineteatro Baretti, Centro Studi Sereno Regis, Cortile del Maglio, via Montebello, vicolo Benevello.
A cura di Museo Nazionale del Cinema e Associazione CinemAmbiente, e SMAT A PORTE APERTE (5
GIUGNO) con visite all’Impianto SMAT di Corso Unità d’Italia.
Explorando è la nostra occasione per dire “ci siamo!”. Ovunque in Europa le piste ciclabili sono diventate il
vero tessuto connettivo, l’alternativa ecologica ed economica alle quattro ruote. Sono linfa per il turismo e un invito
a nozze per gli sportivi ma anche per chi semplicemente ama prendersi il suo tempo. E allora ecco, ci siamo
anche noi! Perché non c’è niente di meglio che dare un assaggio di quel che sarà per riscaldare gli animi e
appassionare alla causa. Il nostro obbiettivo è sempre più vicino e presto anche noi potremo vantare un itinerario
interamente ciclabile, un percorso ininterrotto che colleghi i capoluoghi di Milano e Torino. Explorando è nata per
sensibilizzare enti, territorio, opinione pubblica sull’importanza di questo progetto ambizioso ma concreto: in
particolare grazie al recentissimo intervento della Regione Piemonte, i primi 2 milioni di euro sono stati
stanziati per avviare la realizzazione dell’importante opera della ciclovia del Canale Cavour che collegherà
Torino a Milano lungo una via a bassa velocità nel quadro delle azioni di turismo sostenibile.
4 TAPPE PER COLLEGARE IN MODO SOSTENIBILE NATURA E CULTURA,
PAESAGGIO E ARCHITETTURA, AGRICOLTURA, BIODIVERSITA’, STORIA, TRADIZIONI E SAPERI
229 chilometri su 2 ruote da Milano a Torino. Dal Castello Visconteo a Milano, passando per il paesaggio della
Valle del Ticino, e dalla Centrale Orlandi e Villa Pichetta fino al diramatore Sella e al Canale Regina Elena. E
poi la visita a “Cascina Grampa”, con la sua “Pista da Riso”, alla tenuta “Gargarengo” in località Vicolungo e
alla chiesa “Santa Maria delle Grazie” fino alla Tomba sifone dove il canale passa sotto il fiume Sesia arrivando
dal Vercellese, e alla Città di Vercelli con la Basilica di Sant’Andrea e l’evento “La fattoria in città”. Dalla
Tenuta Castello di Sali V.se, Fino al Museo civico Galileo Ferraris e al ponte canale del Canale Cavour
sulla Dora Baltea e al Santuario della Madonna degli Occhi, e alla Opera di Presa sul Po Canale Cavour. A
Palazzo Einaudi con la mostra fotografica “Il Canale Cavour “di Irene Cabiati, a Settimo Torinese con il
Museo etnografico del Freidano e a San Mauro To.se, lungo il paesaggio di CollinaPo alla millenaria
Abbazia di Pulcherada, fino a Torino al Giardino Sambuy nel gazebo di Giardino Forbito di Piazza San Carlo
Felice di fronte alla stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova.

LE TAPPE

2 GIUGNO / 1° tappa Milano – Novara • 70 km 4 visite esclusive
09:30 – Ritrovo a Milano al Castello Visconteo (Piazza Castello)
09:45 – Partenza e trasferimento verso il canale Villoresi che si percorrerà fino a Nosate.
– Sosta pranzo al Bicigrill di Nosate
– Partenza per la Centrale Idroelettrica Guido Davide Orlandi, costruita nel 1903 sullo splendido naviglio Langosco,
dove le acque del canale Cavour, prima di immettersi nel Ticino, alimentano la centrale per produrre energia. Breve visita.
– Partenza per ” Villa Picchetta” sede del parco del Ticino e lago Maggiore sponda Piemontese, visita guidata del
complesso.
Ancora ben conservate sono le decorazioni della Sala dell’Ottagono, che i recenti lavori di restauro hanno fatto emergere in
tutta la loro ricchezza iconografica e cromatica così come quelle del Portico sul lato ovest del Palazzo con raffigurazioni
paesaggistiche.
Partenza per raggiungere il canale Cavour e lungo le sponde del canale (normalmente interdetto al pubblico) si raggiungerà il
torrente Terdoppio, attraversandolo con una passerella- ponte. Visita al diramatore del Canale Cavour Quintino Sella e al
canale Regina Elena che si immette nel Cavour.
– Proseguendo si raggiungerà il centro di Novara per una visita guidata alla città.
20:30 – Cena e pernottamento.
3 GIUGNO / 2° tappa Novara – Vercelli • 50 km 4 visite esclusive
09:15 – Ritrovo all’hotel La Bussola Via Guido Boggiani, 54 (Novara).
09:30 – Si ripercorre il canale Cavour e raggiungendo il complesso di Agognate e visita a “Cascina Grampa” , con la sua
“Pista da Riso” appena ripristinata e al mulino in pietra
– Partenza per la tenuta “Gargarengo” in località Vicolungo . Una tenuta che conserva ancora in parte i tratti dell’antico
castello, al piano terreno dell’ala residenziale si apre un elegante portico a sei campate, ad archi ribassati sostenuti da
colonne in serizzo e coperto da volte a crociera. Vi sono una chiesa settecentesca, un piccolo cimitero, una ghiacciaia con
pareti e volta in mattoni, una ruota del mulino con parte degli antichi ingranaggi e ciò che resta di una pila del riso in granito.
– Pranzo a Vicolungo .
– Visita alla chiesa “Santa Maria delle Grazie”. Dal punto di vista artistico la chiesa è riccamente decorata con stucchi e
affreschi risalenti al XV, XVI e XVII secolo e la si può considerare una vera e propria bottega ove operarono i più noti pittori
novaresi di quelle epoche: i Cagnola, i De Campo, i Merli e i Canta.
– Partenza e arrivo al comune di Recetto, dove si attraversa e si osserva il vecchio ricetto e resti del castello, si prosegue per
riprender il canale Cavour con arrivo presso la tomba sifone dove il canale passa sotto il fiume Sesia arrivando dal
Vercellese. Spiegazione in loco, ripresa del percorso lungo la sponda del fiume Sesia.
– Arrivo a Vercelli nel pomeriggio e breve visita della città.
20:30 – Cena di fronte alla Basilica di Sant’Andrea in occasione dell’evento “La fattoria in città” e pernottamento.
4 GIUGNO / 3° tappa Vercelli – Chivasso • 70 km 3 visite esclusive
10:00 – Ritrovo presso la stazione ferroviaria di Vercelli per accoglienza partecipanti raduno Fiab Nordovest
10:15 – Raduno all’Hotel Modo (Piazza Medaglie D’oro 21–Vercelli) con i partecipanti di Explorando e partenza per Sali
Vercellese.
– Visita Tenuta Castello di Sali V.se, esempio tipico di cascina a corte di fine ottocento presente nel Vercellese e da cui
nacquero i primi segnali di interesse del benessere dei lavoratori. Costruzione risalente all’ 800 , frequentemente saccheggiato
e danneggiato durante le guerre tra il 1500 e il 1700, nel XVII secolo aveva ormai perso le sue funzioni difensive ed era ridotto
a cascinale. Nel 1910 Eusebio Saviolo acquistò questa struttura e attuò importanti lavori di recupero, apportando anche
profonde modifiche stilistiche: furono alzate le due torri angolari e rimaneggiati gli interni.
– Trasferimento a Livorno Ferraris e passaggio nell’abitato di Crova con successiva immissione sulla strada alzaia del
Canale Cavour.
Pranzo a Livorno Ferraris,
– Visita al piccolo Museo civico Galileo Ferraris. Galileo Ferraris fu lo scopritore del campo magnetico rotante e ideatore del
motore elettrico in corrente alternata. Il piacevole museo dedicato a lui e al fratello Adamo – medico personale di Garibaldi –
presenta oggetti personali dello scienziato, arredi d’epoca, modelli di apparecchi scientifici e manoscritti.
– Trasferimento e visita al pontecanale del Canale Cavour sulla Dora Baltea. Ci affacceremo direttamente sul ponte canale
dove normalmente non è consentito l’accesso in modo da vedere da vicino la grande opera idraulica!
– Partenza per Verolengo e visita al Santuario della Madonna degli occhi, santuario nato come ex voto del sacerdote don
Bracco nel 1690.
– Arrivo a Chivasso presso l’imbocco del Canale Cavour.
20:30 – Cena e pernottamento.
5 GIUGNO / 4° tappa Chivasso – Torino • 39 km 1 visita esclusiva
9:15 – Partenza da hotel Ritz (Via Roma, 17, Chivasso.)
– Visita a Palazzo Einaudi che ospita il reportage fotografico: “Il Canale Cavour “di Irene Cabiati.
– A seguire visita esclusiva all’imponente edificio di presa del canale
Cavour.
– Partenza per il comune di Settimo Torinese e visita al Museo etnografico del Freidiano , suggestivo fabbricato ex sito del
Mulino Nuovo sorto nel 1806 che illustra in modo stimolante gli antichi mestieri della città e le vicende storiche che hanno
plasmato il territorio e caratterizzato la cultura materiale del luogo.
– Pranzo a cura della pro loco di Settimo.
– Partenza per San Mauro Torinese e visita alla millenaria Abbazia di Pulcherada, abbazia Benedettina sorta su un
preesistente insediamento romano risalente al periodo di fondazione di Torino (Augusta Taurinorum). – Partenza per Torino
con parata in via Roma in occasione della giornata dell’ambiente e conclusione del viaggio al Giardino Sambuy di Piazza
San Carlo Felice (di fronte alla stazione ferroviaria di Torino Porta Nuova), ospiti il 5 giugno – nella giornata Mondiale
dell’Ambiente e nel Green Week della Città di Torino – del Gazebo di Giardino Forbito, con una parata di oltre 100
ciclisti nelle vie del centro di Torino e l’accoglienza coreutico-musicale della 10° edizione di ETNOTANGO Festival con
tango argentino fra giardini fioriti e biciclette.

redazione

Next Post

IL GUSTO DEL PARCO

Ven Mag 27 , 2016
 Domenica 29 maggio presso l’Abbazia di Staffarda   In occasione della Giornata Europea dei Parchi 2016 il Parco del Monviso propone una domenica nella splendida cornice dell’Abbazia di Staffarda, per presentare i luoghi d’arte, la natura, i sapori e le iniziative che lo caratterizzano, con visite, animazioni per bambini, degustazioni […]
gusto-La Pancalera