Distretto del Commercio delle Terre del Monviso, gli enti lavorano al progetto

Sono iniziati i lavori sul territorio per l’elaborazione del piano di sviluppo del Distretto diffuso del Commercio “Terre del Monviso”, esteso sul territorio delle Unioni montane Valle Varaita e Comuni del Monviso e del Comune di Saluzzo.

Entro il prossimo 4 febbraio gli enti coinvolti dovranno redigere un documento propedeutico all’avviamento del distretto, individuando le azioni sulle quali investire per sviluppare e riqualificare in forma organica e strutturata l’offerta commerciale locale, in un’ottica di tipicità, di sostenibilità e di “servizio al territorio”. Ai negozi si riconosce infatti, specialmente nei territori di alta valle, il ruolo di solido presidio contro la desertificazione commerciale ma anche di luoghi di incontro della popolazione residente e di quella turistica.

Distretto del Commercio Terre del Monviso la pancalera

Dopo una fase amministrativa, nella quale il capofila del progetto, l’Unione Montana Valle Varaita, e gli altri enti coinvolti hanno delineato le linee di intervento ed affidato gli incarichi, da qualche giorno sono in corso le attività di mappatura delle attività commerciali esistenti, propedeutiche alla stesura del piano di sviluppo.

Sono coinvolti nel progetto lo studio Chintana di Torino, con l’incarico di definire nel dettaglio le aree di intervento; gli animatori di territorio del progetto Terres Monviso Alberto Dellacroce – che assumerà anche l’incarico di manager del Distretto a seguito della rinuncia di Aldo Viapiana, precedentemente individuato per questo ruolo –, Caterina Morello e Davide Rossi, coadiuvati dall’esperta di marketing, distribuzione commerciale e visual merchandising Cristina Ravazzi, che dovranno elaborare le linee strategiche del progetto; alla Fondazione Amleto Bertoni, ente strumentale del Comune di Saluzzo, saranno affidati i compiti di animazione territoriale e di comunicazione delle iniziative.

Il Distretto diffuso del Commercio “Terre del Monviso” vuole valorizzare, sostenere e rinnovare i negozi di vicinato e l’intero settore del commercio nel territorio alle pendici del Re di Pietra, in un’era in cui il digitale ha completamente modificato la nostra quotidianità. Il piano di sviluppo del distretto è finanziato dalla Regione Piemonte, che a inizio ottobre ha erogato un contributo di 20.000 euro, pari all’80% del valore della spesa preventivata dai tre enti per la realizzazione del progetto. La quota di cofinanziamento, pari ad euro 5.000, sarà sostenuta dalle Unioni e dal Comune di Saluzzo. Le risorse economiche fanno parte della somma complessiva di circa 1,2 milioni di euro destinata dalla Giunta regionale a sostenere le spese relative agli adempimenti necessari alla costituzione dei Distretti del Commercio, uno degli obiettivi strategici inseriti nel Piano della Competitività̀, al loro avvio e alla predisposizione di un programma di interventi strategici e significativi sui territori beneficiari, circa settanta in tutto il Piemonte.

redazione

Next Post

Codacons apre uno sportello per consulenze e denunce a tema disabilità

Ven Dic 3 , 2021
I cittadini potranno ottenere assistenza e informazioni legali a tema disabilità e segnalare problemi nelle varie città Un nuovo strumento di difesa per le persone con disabilità è stato attivato il 30 novembre: si tratta dello “Sportello disabili” istituito dal Codacons – in collaborazione con l’ex Ministro Antonio Guidi, specialista […]
Informahandicap carmagnola la pancalera