Deposito nazionale rifiuti radioattivi, domani incontro con Sogin e sindaci

Deposito nazionale rifiuti radioattivi, domani il tavolo di trasparenza e partecipazione nucleare. Sogin e Isin illustreranno la Carta e i criteri che hanno portato all’individuazione delle aree.

deposito-rifiuti-radioattivi-sogin-carmagnola-la-pancalera

Primo incontro informativo, domani 20 gennaio nel pomeriggio, per illustrare la Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (Cnapi) di cui 8 si trovano in Piemonte. Marnati: “sarà un’occasione di condivisione e trasparenza, un momento di confronto con tutti i soggetti interessati”

Convocato per domani mercoledì  20 gennaio il primo incontro informativo del Tavolo di trasparenza e partecipazione nucleare. Sono stati invitati anche i rappresentanti di Province e Comuni nei cui territori sono presenti le aree individuate nella Carta Nazionale delle Aree Potenzialmente Idonee (Cnapi), “potenzialmente idonee” a ospitare il Deposito Nazionaledei rifiuti radioattivi nell’ambito del Parco Tecnologico. La Carta era stata pubblicata da Sogin il 5 gennaio scorso. Aveva il nulla osta del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero dell’Ambiente.

Nell’incontro, Sogin (la società di Stato responsabile dello smantellamento degli impianti nucleari italiani e della gestione e messa in sicurezza dei rifiuti radioattivi) e Isin illustreranno la Carta e i criteri che hanno portato all’individuazione delle aree.

«Sarà un importante momento di democrazia – commenta l’assessore regionale all’Ambiente Matteo Marnati – e un’occasione di massima condivisione e trasparenza per affrontare seriamente il confronto con gli enti locali e tutti i soggetti direttamente e indirettamente interessati alle scorie nucleari».

Sessantasette le zone individuate in Italia. Otto sono in Piemonte. Sei in provincia di Alessandria (Oviglio, Castelletto Monferrato-Alessandria-Quargnento, Fubine-Quargnento, Bosco Marengo-Frugarolo, Castelletto Bormida-Sezzadio e Bosco Marengo-Novi). Due in provincia di Torino (Caluso-Mazzè-Rondissone e Carmagnola).

redazione

Next Post

La fibra ottica arriva nelle case di Moretta, sono partiti i lavori

Mer Gen 20 , 2021
Sono iniziati i lavori per portare la fibra ottica a Moretta. Telecom ha iniziato la posta dell’infrastruttura e partono quindi due cantieri. Il primo prevede l’adeguamento delle colonnine di distribuzione già presenti in paese. Si tratta di poco meno di una quindicina di postazioni, che dovranno essere aggiornate e implementate […]
Fibra-ottica-moretta