Covar14: parte l’informatizzazione dei centri di raccolta

L’ecocentro ti “riconosce”

Operazione-Covar-la-Pancalera
Parte sabato 19 dicembre 2015, a Piossasco, l’informatizzazione dei centri di raccolta gestiti dal Covar14, già sperimentata a Carignano da giugno a oggi. La “rivoluzione” degli accessi agli ecocentri interesserà, nei prossimi giorni, anche Bruino e Orbassano, al via lunedì 21 dicembre, poi Beinasco e Rivalta di Torino, in azione da martedì 22 dicembre, mentre a gennaio le nuove modalità coinvolgeranno gli altri CdR del territorio.
La tecnologia entra, così, nella gestione dei rifiuti consegnati dai cittadini direttamente agli ecocentri, ora attrezzati con lettori palmari o totem interattivi touch screen, capaci di riconoscere l’utente e registrare i suoi conferimenti. Accedere sarà più semplice. Unica accortezza richiesta ai privati sarà portare con sé la tessera sanitaria, per permettere l’accesso immediato.
Alle utenze non domestiche è rivolta, invece, l’Operazione Covar Business, legata alla distribuzione di 13mila tessere personalizzate per aziende e attività produttive. Le prime card saranno disponibili per negozi, uffici, artigiani, commercianti e altre categorie professionali dei 5 Comuni e potranno essere ritirate sabato 19 dicembre dalle 14 alle 18, in via Volvera, a Piossasco; lunedì 21 dicembre, dalle 9,30 alle 12, in viale Cruto, a Bruino e lo stesso giorno, dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, in via Nazario Sauro, a Orbassano, poi martedì 22 dicembre, dalle 15 alle 19, in strada del Bottone, a Beinasco e a Rivalta, in via Avigliana 1, dalle10 alle 12 e dalle 15 alle 17.
Chi non ritirerà la card in questi orari potrà richiederla compilando il modulo, disponibile presso il CdR o sul sito www.covar14.it, da inviare via mail a servizi@covar14.it o per fax al numero 011 969 8628.
La nuova tecnologia consente di regolamentare e censire gli accessi, accettando solo i contribuenti registrati, ottimizza i flussi di rifiuti e porta gli ecocentri al passo con quanto previsto dalle norme in vigore (D.M. 8 aprile 2008 e D.M. 13 maggio 2009) e con il relativo “bilancio di massa”, che prevede una dettagliata mappatura per quantità (numero e volume) e qualità (tipologia) dei rifiuti in entrata e in uscita.
Queste le liste delle categorie conferibili e i limiti, diversi per le utenze domestiche e non domestiche.
Materiali conferibili e limiti utenze NON domestiche:
Raee R4 (piccoli elettrodomestici) 5 a settimana; toner 2 al mese; vernici 4 latte al mese; olio vegetale 30 litri al mese; legno 3 mc a settimana; plastica mista (non imballaggi) 3 mc a settimana; metallo 3 mc a settimana; verde/sfalci e potature 3 mc a settimana; ingombranti 3 mc al mese; abili e tessili 2 borse a settimana; imballaggi misti (plastica e lattine), cartone, carta mista, vetro senza limite.
Materiali conferibili e limiti utenze domestiche:
Raee R1 (freddo e clima) 2 al mese; Raee R2 (grandi bianchi) 2 al mese; Raee R3 (tv e monitor) 2 al mese; Raee R4 (piccoli elettrodomestici) 5 a settimana; Raee R5 (neon) 5 a settimana; batterie e accumulatori al piombo 2 al mese; lastre radiografiche 10 a settimana; toner 2 al mese; vernici 4 latte al mese; olio minerale 30 litri o chili al mese; olio vegetale 30 litri o chili al mese; legno 3 mc a settimana; plastica mista (non imballaggi) 3 mc a settimana; metallo 3 mc a settimana; verde/sfalci e potature 3 mc a settimana; ingombranti 3 mc al mese; pneumatici 4 al mese; macerie/inerti 2 latte da 30 chili a settimana; abili e tessili 2 borse a settimana; imballaggi misti (plastica e lattine), cartone, carta mista, vetro senza limite.
Ma la svolta nella gestione dei CdR non si ferma all’evoluzione tecnologica.
Dal mese di mese di marzo, quando la novità sarà a regime su tutto il territorio, sarà possibile conferire indifferentemente in ognuno dei 16 centri di raccolta. Sarà un passo importante per agevolare i cittadini dei 19 Comuni, che potranno scegliere dove rivolgersi in base alla necessità del momento, una “apertura” che potrà contribuire a incrementare e ottimizzare la raccolta differenziata di ingombranti, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, pneumatici e altri materiali ammessi all’ecocentro.

redazione

Next Post

Bra. BMC Fashion Travel: nuova linea Torino-Napoli con FlixBus

Mar Dic 15 , 2015
Offre collegamenti tra i due capoluoghi tutti i giorni con fermate intermedie a Genova e Firenze  FlixBus, la start-up degli autobus verdi che offre viaggi a media e lunga percorrenza verso oltre 40 città Italiane a prezzi molto convenienti, ha siglato un’altra importante collaborazione con l’azienda braidese BMC Fashion Travel, […]
FlixBus-la-Pancalera