Coppa Italia Promozione: il CFS Carmagnola batte Carignano 2-3

Buona la prima lo scorso 13 settembre in Coppa Italia di Promozione, per il Csf Carmagnola di mister Sandro Contieri e del neo patron Alessio Russo, all’Augusto Barbasso di Villastellone.

3- 2️ per i biancoazzurri impegnati fuori casa quindi. Un risultato figlio di un’ alta intensità e un’estrema convinzione dei propri mezzi.

Per la cronaca, la corrente in attacco Osella – Chirulli – Tesio funziona. Dopo alcuni affondi da parte dei locali biancorossi, soprattutto con le incursioni dell’esperto capitano Zacchino, è proprio Osella, per gli ospiti, a servire il compagno Chirulli, con un abile cross dalla destra, per l’1-0 al 13’.

CSF-Alberto-Osella-in-azione

2-0 invece al 31’ su rigore con Edoardo Tesio, che raddoppia al 3’ della ripresa di testa, sempre su cross di Osella.

Gol del Carignano al 34’ (autorete) e nel finale di partita (Barbero) . Una sfida agguerrita, il cui destino dipenderà dall’esito del return – match di domenica 20 in casa, presso la sede sportiva di via Roma. A seguito del match mister Contieri commenta la prestazione dei suoi: «Nonostante Cabiddu, Luca Contieri, il portiere Lentini indisponibili per infortunio e Carluccio out per squalifica, la squadra ha ben figurato, ma raccolto meno di quanto seminato.

Sabato 19 settembre al Palasport di Caramagna Peimonte il ritorno, cercando di far sempre bene, come dimostrato oggi. Non ci poniamo limiti, anche in ottica campionato. Il gruppo dopo 15 giorni di allenamento è coeso e voglioso di ottenere il massimo».

Intanto domenica 27 settembre il Csf debutterà per la prima di campionato della Promozione in casa contro il Cavour.

Una sfida che metterà già a dura prova la giovane rosa dell’altrettanto giovane allenatore Contieri. Si farà conto di recuperare tutte le forze per debuttare al meglio e permettere alla società di compiere il giusto cammino fin dalle prime battute sul campo. L’obiettivo playoff sembrerebbe essere alla portata della squadra, vista l’indubbia qualità del collettivo, ma “il pallone è rotondo”.

Quindi, qualche insidia dietro l’angolo potrebbe profilarsi ed è d’obbligo tenere la guardia sempre ai massimi livelli

redazione

Next Post

Rally, sfortuna per la carmagnolese Cristina Carena al Città di Torino

Gio Set 17 , 2020
Nemmeno una prova speciale terminata per la navigatrice carmagnolese che si ferma per il distacco di una ruota a metà della prova di apertura del Rally Città di Torino «Neppure la soddisfazione di vedere dove saremmo finiti al termine della prima speciale». C’è delusione nella voce di Cristina Carena, la […]
Valieri-Carena