Contagi stabili. Il sindaco di Carmagnola: non perdiamo la volontà di farcela

Si è attestato a 150 il numero dei contagi a Carmagnola, salito però a 22 il numero dei decessi. Per la riapertura, da subito l’accesso agli orti urbani

Non è più salito il numero dei contagi e delle persone positive al coronavirus a Carmagnola. Da una settimana si è assestato attorno a 150, nonostante il numero dei tamponi somministrati siano sensibilmente aumentati. “Questo ci fa ben sperare” ha commentato ieri, venerdì 17 marzo, il sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio comunicando gli aggiornamenti alla cittadinanza.
Le persone in quarantena restano circa 270 e c’è un buon numero di persone in via di guarigione.

Il numero delle persone decedute è salito a 22. Anche a Carmagnola le persone anziane sono le più colpite dai contagi. Le morti si sono registrate tra le persone con età media superiore a 80 anni.

Purtroppo – prosegue il sindaco Gaveglio – il Ministero della Sanità impone ancora la chiusura dei cimiteri. Oggi l’Amministrazione comunale ha deposto dei fiori alle porte di cimiteri cittadini per testimoniare la vicinanza a tutti i nostri cari che non possiamo visitare“.

Entro la settimana si concluderà la distribuzione delle mascherine in Città. “La ditta, che ringrazio, ne ha prodotte 13.000 in una decina di giorni. I carabinieri in congedo provvederanno a recapitare la mascherina a tutti i nuclei famigliari che eventualmente non l’hanno ricevuta.

Ricordo alle persone in quarantena che possono contattare la Protezione civile, la CRI e la Polizia locale per le loro necessità“.

Gli aiuti alimentari

Anche questa settimana, come la scorsa, sono stati consegnati circa 700 pacchi alimentari agli Antichi Bastioni. Da lunedì prossimo inizia la distribuzione dei buoni spesa da utilizzare nei negozi, nei supermercati e nelle farmacie di Carmagnola che hanno dato la loro adesione al progetto. Informa ancora il SIndaco: “Al momento, anche grazie alle donazioni ricevute, il Comune sta aiutando, con generi alimentari, circa 2.500 persone. Un sentito grazie per questo impegno di solidarietà da parte di molti di voi.

Firmerò domani un’ordinanza per autorizzare l’attività negli orti urbani, con alcune limitazioni, in modo da mantenere il più possibile la distanza tra le persone e garantire l’utilizzo delle aree.

Comprendo la fatica di tutti nel cercare di rispettare le restrizioni imposte e vi ringrazio perchè il comportamento è esemplare per quasi tutti. Dobbiamo poco alla volta iniziare ad avvicinarci ad una nuova normalità. E’ stata autorizzata la manutenzione del verde e abbiamo iniziato il taglio dell’erba nelle aiuole. Continuiamo anche la mautenzione delle strade con l’asfaltatura e la segnaletica. Stiamo lavorando per assicurare il prima possibile la ripartenza, nella massima protezione, per i cttadini e le imprese.

Non perdiamo la volontà di farcela”.

redazione

Next Post

Riscoprirsi ai tempi del coronavirus, l'opuscolo della struttura di psicologia

Dom Apr 19 , 2020
La seconda pubblicazione della Struttura di Psicologia dell’ASL To5 è dedicata agli adulti e al benessere psicofisico La struttura di Psicologia dell’Asl TO5 guidato da Monica Audisio ha pubblicato l’opuscolo “Riscoprirsi ai tempi del Coronavirus, esercizi creativi per piccoli momenti di benessere”. Costituisce un complemento allo “sportello d’ascolto telefonico per […]
Ospedale-Carmagnola-La-Pancalera