Concerto a Santo Stefano con il Tetrada Quartet per “Adotta un artista”

Quest’anno gli auguri di Natale in musica arrivano direttamente a casa. “Adotta un artista”, l’originale e ambizioso progetto dei Polifonici del Marchesato, proporrà infatti un doppio appuntamento in concomitanza con le festività di fine anno.

Ricordiamo che l’iniziativa, che va a chiudere l’edizione 2020 del Festival Suoni dal Monviso, è nata con l’obiettivo di fornire una vetrina ai giovani artisti, in questo delicato momento in cui teatri e sale da concerto sono chiusi. Il tutto, in stretta sinergia con il conservatorio Ghedini di Cuneo. I concertisti, infatti, sono artisti “made in Granda”, neo laureati e laureandi, che rappresentano le eccellenze artistiche del conservatorio cuneese, e questo vuole essere un segno tangibile dell’attenzione che si vuole dare alle nuove generazioni e alla cultura.

Concerto trasmetto sulle pagine Facebook

Il momento musicale natalizio è rappresentato dal concerto in calendario per le ore 17.30 di sabato 26 dicembre, giorno di Santo Stefano, concerto che verrà trasmesso sulle pagine Facebook del festival Suoni dal Monviso e sul canale youtube dei Polifonici del Marchesato.

Tetrada Quartet

Protagonista sarà il quartetto d’archi Tetrada Quartet, in scena nella chiesa del Convento di Santa Maria della Stella, sede della Fondazione Cr Saluzzo, che ha prontamente sostenuto l’iniziativa dei Polifonici, aprendo le porte di questo autentico scrigno d’arte.

«Il progetto “Adotta un artista” che i Polifonici del Marchesato hanno elaborato – ha detto il presidente della Fondazione Cr Saluzzo, Marco Piccat non poteva trovare sede più opportuna della chiesa di Santa Maria Monastero, che gli stessi hanno tenuto ‘a battesimo’ con l’esecuzione del loro bellissimo concerto, il primo gennaio del 2020. Da quel giorno, come si usa ormai purtroppo dire… è cambiato il mondo, ma non la forza delle arti e della musica  di infondere i valori di fiducia, speranza e vicinanza:  stimoli primari  per credere e lavorare per il domani. Per questo  invito tutti a seguire virtualmente insieme con particolare interesse non solo il concerto dei Polifonici, ma tutte le iniziative  che tendano a rafforzare le tante e diverse ‘voci’ oggi silenziate del nostro territorio. Le porte della Fondazione Cassa di Risparmio di Saluzzo  torneranno a riaprirsi, speriamo presto, e sono certo che quel giorno, con i Polifonici e i loro ‘adottati’, saremo in molti».

I protagonisti del concerto: il Tetrada Quartet

Il Tetrada Quartet è formato dai violinisti Gaia Sereno e Luca Mudeddu, dalla violista Rossana Prandi e dalla violoncellista Miriam Cuniberti. Si tratta di musicisti giovanissimi che, oltre ad un percorso musicale ricco e articolato, hanno già maturato un’importante esperienza concertistica in formazioni cameristiche e orchestrali a livello nazionale, ponendosi all’attenzione dei critici e proiettandosi con determinazione verso una brillante carriera musicale. Il programma del concerto prevede brani di Holst, Dvorak, Handel, Newton, Mascagni, oltre ad un tributo ad Ennio Morricone e ad alcune pagine tratte dal repertorio natalizio.

Ma non finisce qui. Nei giorni scorsi, infatti, l’ATL di Cuneo ha accolto con favore l’appello dei Polifonici a innescare un circolo virtuoso, capace di dare dei segnali forti per la ripartenza, ed è divenuta partner dell’iniziativa proponendo un nuovo evento, che andrà in onda il 31 dicembre dallo show-room della Salvi Harps di Piasco e verrà trasmesso sui canali dell’Azienda Turistica Locale del Cuneese.

E agli spettatori cosa è richiesto? «Sarà sufficiente stare seduti comodamente a casa e godersi un momento di musica, in forma assolutamente gratuita, magari regalando un like che andrà a sostituire il tradizionale applauso, una presenza che che avrà un significato profondo, perché testimonierà la vicinanza a questi giovani e al mondo della cultura».

redazione

Next Post

Vaccine-day domani in Piemonte si parte dall'Amedeo di Savoia

Sab Dic 26 , 2020
Domani, 27 dicembre, anche in Piemonte avrà luogo il Vaccine Day, data scelta dall’Unione Europea per dare il via simbolicamente alla vaccinazione anticovid.    Sono 910 le dosi del vaccino della Pfizer/Biontech destinate al territorio piemontese per questa giornata. Consentiranno l’immunizzazione di altrettante persone, esclusivamente tra operatori del servizio sanitario […]
vaccine day