Apre a Carmagnola lo sportello per il gioco d’azzardo col progetto “Vite in gioco”

Apre domani, martedì 22 marzo, lo sportello per contrastare il gioco d’azzardo con il progetto “Vite in gioco”: offre sopporto alle persone malate di ludopatia, soprattutto alle loro famiglie, vittime indirette del gioco d’azzardo patologico. Consiste in una Linea Telefonica ed uno Sportello Itinerante, informativo e creativo, con sede a Chieri, Moncalieri, Carmagnola e Nichelino.

La Linea Telefonica si rivolge principalmente alle famiglie indirettamente colpite dai debiti di gioco dei loro familiari e agli stessi giocatori problematici, e sarà uno strumento per tutti quei cittadini che vogliono informarsi sul tema dei rischi relativi al gioco d’azzardo e sui servizi di cura attivati dai SerD dell’ASLTO5. Attraverso la chiamata telefonica sarà possibile valutare la domanda e concordare con la persona interessata un incontro personalizzato con l’educatore finanziario, presso lo sportello locale oppure tramite videochiamata.

La Linea Telefonica – 331/403.96.78 – è attiva 6 ore la settimana (dal lunedì al sabato, dalle 13 alle 14) per parlare direttamente con l’operatore; in altri orari sarà possibile lasciare un messaggio vocale o un messaggio scritto su WhatsApp o sms per essere ricontattati.

Lo Sportello Itinerante offre supporto e consulenza economico-finanziaria (analisi e supporto della situazione debitoria, valutazione della gestione del denaro e del rischio economico e patrimoniale per sé, i figli e i congiunti), accompagnando i famigliari nella comprensione della complessità del Gioco d’Azzardo Patologico, individuando e pianificando strategie maggiormente funzionali sulla gestione del denaro, coinvolgendo professionisti esperti in materie giuridiche e finanziarie, ed inviando gli interessati a servizi specialistici dell’Asl, che procederà alla presa in carico per la diagnosi e la cura.

Gli orari di apertura degli sportelli

Inizialmente gli Sportelli saranno aperti una volta al mese, poi diventeranno quindicinali e infine settimanali.
Le attività sono affidate all’educatore e consulente finanziario Antonio Cajelli, specializzato sui temi relativi all’indebitamento causato dal gioco in denaro, che ha preso in carico il servizio e seguirà direttamente gli utenti: «L’azzardo non è un gioco, è una spesa. I due principali target interessati dal gioco d’azzardo patologico solo i ragazzi tra 14 ed i 19 anni (il 48% di loro gioca. Dati Nomisma) e gli over 65».

A Chieri lo Sportello sarà aperto dal 6 aprile e sarà attivo presso lo Sportello unico del Municipio, con ingresso da via Palazzo di Città 10, dalle 9 alle 13, ed è necessaria la prenotazione alla linea telefonica del servizio.
A Carmagnola lo Sportello sarà aperto dal 22 marzo, con sede presso il Palazzo Comunale (ingresso da via Silvio Pellico 1 – Uffici delle Politiche Sociali) dalle 9 alle 13.
A Moncalieri lo Sportello sarà aperto dal 30 marzo, con sede presso il Centro Polifunzionale Don Pier Giorgio Ferrero in Via Santa Maria 2, dalle 9 alle 13.

redazione

Next Post

Perfetta per ogni occasione

Lun Mar 21 , 2022
A cura della dottoressa Silvia Senestro Lucilla è una ragazza sempre perfetta. Alta, snella, sportiva, bionda, sorridente, elegante ma sobria, ex prima della classe, bravissima nello sport, oggi impiegata modello in un grande ufficio. Sempre inappuntabile, non ha esperienza di fallimenti, nemmeno piccoli. A scuola non le è mai capitato […]
Psicologia-Ragazza-la-pancalera-giornale