Bra. “I giocatori” di Pau Mirò sul palco del Politeama con Enrico Ianniello

 

Dopo il successo di “Chiòve”, Enrico Ianniello, porta in scena il nuovo  testo di Pau Mirò, “Els Jugadors”, ovvero “I giocatori”, premio Butaca 2012 come miglior testo in lingua catalana e premio Ubu 2013, come miglior novità straniera. Lo spettacolo, sarà sul palco del teatro Politeama Boglione di Bra, lunedì 26 gennaio, alle ore 21.

Le scene si svolgono in un vecchio appartamento, intorno a un tavolo, dove quattro uomini giocano a carte. La stanza diventa il rifugio in cui il fallimento è la regola, non l’eccezione. I soldi sono spariti da tempo, come del resto qualsiasi possibilità di successo personale. Sul punto di toccare il fondo, i quattro decidono di rischiare il tutto per tutto. E’ la partita della vita, giocata da quattro attori, Renato Carpentieri, Tony Laudadio, Enrico Ianniello e Giovanni Ludeno. Formano sul palco un quartetto, che si muove tra poesia e ironia, dialoghi perfetti e una lingua teatrale che manda in estasi.

I-Giocatori-la-pancalera

Due scene de “I giocatori” (Foto Teatro Politeama Boglione)

 

“I giocatori”, su testo di Pau Mirò, è una produzione Teatri Uniti, in collaborazione con OTC e Institut Ramon Llull di Barcellona. Enrico Ianniello si è occupato di traduzioni e regia, con la collaborazione artistica di Simone Petrella.

Come per Chiòve ho ambientato la vicenda a Napoli – spiega il regista e attore Enrico Ianniello – anche se questa volta si tratta di una collocazione esclusivamente linguistica, senza riferimenti geografici precisi. Questa assenza di un luogo definito mi pare una cifra fondamentale dei quattro personaggi raccontati da Pau Mirò: quattro uomini senza un’età dichiarata, senza nome, senza lavoro e senza un vero amore che li faccia bruciare di passione. Quattro uomini che si incontrano, in tempo di crisi, per mettere in gioco l’unico capitale che hanno a disposizione: la loro solitudine, la loro ironia, la loro incapacità di capire”.

Enrico Ianniello nasce a Caserta il 15 novembre 1970. Dopo essersi diplomato al I.T.I.S. “F. Giordani” di Caserta, si è formato artisticamente presso la Bottega Teatrale di Firenze di Vittorio Gassman. Molto attivo a teatro, ha realizzato una traduzione italiana della commedia “Il metodo Gronholm”, del giovane autore catalano Jordi Galcerán che racconta le crudeltà dei rapporti di lavoro. La commedia, in cui recita fra gli altri oltre allo stesso Ianniello anche Nicoletta Braschi e Maurizio Donadoni, è stata portata in tournée nei teatri di tutta Italia fino al marzo 2008. Nel 2011, Ianniello acquista la popolarità presso il grande pubblico interpretando il commissario Vincenzo Nappi, uno dei ruoli principali della serie TV di Raiuno “Un passo dal cielo”, a fianco di Terence Hill. Nello stesso periodo, Ianniello lavora anche al cinema nel film “Habemus Papam” di Nanni Moretti. Nel 2012 e 2014, è attivo in diverse fiction Rai tra le quali la seconda e terza stagione di “Un passo dal cielo”. Nel gennaio 2015 esce in libreria il suo primo libro “La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin”, edito da Feltrinelli.

INFO: I biglietti per lo spettacolo sono in vendita a 20 euro (ridotto 18 euro) al botteghino del teatro Politeama, in piazza Carlo Alberto, il venerdì dalle 17 alle 19 e il sabato, dalle 10 alle 12. Maggiori informazioni al numero 0172.430185 oppure sul sito teatropoliteamabra.it.

@ Fonte Redazione Piemonte News On Line

redazione

Next Post

Carignano. Sabato 7 febbraio si apre il carnevale

Ven Gen 23 , 2015
  CARIGNANO – Danilo Canuto e Romina Ariatello vestiranno i panni del Siniscalco e della Castellana, le maschere tradizionali di Carignano, in questo carnevale 2015: la loro presentazione ufficiale si terrà sabato 7 febbraio alle 17.30 nella Sala del Consiglio Comunale di Carignano con la partecipazione della Banda Filarmonica di Vinovo. […]
Danilo-e-Romina-Castellana-e-Siniscalco-2015