L’Asl TO5 si dota di un “Esoscheletro” per gli operatori sottoposti a sollevamento carichi

Evita lo stress su parti del corpo particolarmente sottoposte a sforzi. Una collaborazione tra l’Asl e la società Formula Servizi

Una prima per l’Asl TO5 ma anche una prima per il Piemonte. Attivato nei tempi della pandemia ora il magazzino robotizzato della Asl TO5 funziona a pieno regime ed è primo in fatto di automazione e sperimentazione di tecnologie esoscheletriche.

Esoscheletro-magazzino-aslto5-cambiano-la-pancalera

Gli esoscheletri sono dispositivi di sostegno indossabili, che supportano i movimenti degli operatori, con o senza assistenza elettromeccanica. Progettati con particolare attenzione all’ergonomia, essi sono destinati a supportare gli operatori in mansioni ripetitive che nel tempo possono sovraccaricare specifici distretti corporei. Tra questi ci sono per esempio gli arti superiori, che possono risentire di sovraccarico durante le attività di movimentazione di piccoli oggetti ad alta frequenza, o gli arti inferiori, che invece possono riguardare attività in cui è richiesto il mantenimento di posture scomode, oppure la zona lombare, particolarmente sovraccaricata in attività di movimentazione di oggetti pesanti. Questi dispositivi, insieme ad altre soluzioni per l’automazione industriale come i robot collaborativi, possono migliorare la condizione ergonomica dei lavoratori riducendo lo sforzo e la fatica durante il turno di lavoro.

Inaugurato il nuovo magazzino

La presentazione dell’avvio della nuova ricerca relativa al nuovo esoscheletro è anche l’occasione per inaugurare il nuovo magazzino che contempla anche una robotizzazione nelle attività di preparazione del fabbisogno quotidiano dei farmaci nelle strutture ospedaliere e territoriali della Asl Torino 5. Esternalizzata la gestione alla cooperativa di Forlì Formula Servizi che ha avviato le proprie attività a inizio 2020, nei primi tempi della pandemia, il magazzino ora funziona a pieno regime, e l’introduzione dei due robot collaborativi è una delle peculiarità, in fatto di automazione tecnologica, introdotte nella gestione del magazzino della Asl TO5 da parte della cooperativa romagnola che lo gestisce.

«Le soluzioni tecnologiche che adottiamo e spesso ricerchiamo nello svolgimento delle nostre attività, costituiscono da sempre un tratto distintivo della nostra cultura di impresa – dichiara il Direttore Generale di Formula Servizi, Massimiliano Mazzotti – che peraltro essendo cooperativa, sono sempre orientate al supporto dei lavoratori e non alla sostituzione. I robot collaborativi ed indossabili ne sono un classico esempio. Dopo l’introduzione dell’esoscheletro MATE-XT (realizzato da Comau, azienda leader nell’automazione industriale, a livello globale, con sede a Torino) nell’ambito del cleaning professionale e in alcuni dei magazzini che gestiamo, stiamo continuando a sperimentare con Comau nuove tecnologie esoscheletriche per rendere più “sostenibili” le nostre attività in termini di gravosità per i lavoratori».

Formula Servizi

Mettendo a frutto l’esperienza di Formula Servizi nell’utilizzo di esoscheletri per applicazioni industriali, il magazzino della Asl TO5 di Cambiano sta infatti valutando nuove soluzioni che rispondano ad esigenze specifiche, con lo scopo di fornire ai lavoratori nuovi strumenti tecnologici indossabili che riducano lo sforzo in vari distretti corporei.

«La tecnologia in aiuto e a supporto del personale impegnato quotidianamente nel lavoro. La tecnologia che rende più sicuro e più efficiente le attività degli operatori – così ha detto il Direttore sanitario dell’Asl TO5, Giovanni Messori Ioli – Il nostro magazzino farmaceutico, da quando è stato trasferito nella nuova e più spaziosa sede di Cambiano, ha dato una svolta significativa alla propria organizzazione e non a caso è uno dei fiori all’occhiello della Regione in questo settore».

redazione

Next Post

Carabinieri trovano marijuana in una casa cantoniera dismessa a Manta

Lun Nov 8 , 2021
Venerdì scorso i Carabinieri della Compagnia di Saluzzo, nel corso di un servizio preventivo finalizzato al controllo del territorio, hanno rinvenuto 500 grammi di infiorescenze di marijuana nell’ormai dismessa casa cantoniera di Manta (CN). La sostanza è stata trovata all’interno di un locale nel quale era stato allestito un essiccatoio. […]
marijuana-casa-cantoniera-dismessa-manta-la-pancalera