AMUNI’ lo spettacolo dei detenuti del carcere di Saluzzo

La rappresentazione al Teatro Toselli martedì 23 febbraio

Amuni-la-pancalera

CUNEO

Nata nel 2000 a seguito di un laboratorio teatrale (poi divenuto spettacolo), svolto nell’ex ospedale psichiatrico di Racconigi con diciotto persone che avevano vissuto la loro esistenza dentro l’istituto, l’Associazione Voci Erranti onlus presto è approdata anche nel carcere di Saluzzo, dove gestisce il Laboratorio Teatrale per i detenuti da cui nasce lo straordinario spettacolo che martedì 23 febbraio approda al teatro Toselli: “Amunì”, scritto e diretto da Grazia Isoardi con coreografie di Marco Mucaria e luci di Cristian Perria.

Amunì è la storia di alcuni fratelli, adulti, che attraverso i giochi e i ricordi dell’infanzia ritornano bambini e si ritrovano a riflettere sull’alternanza delle generazioni. Lo spettacolo nasce dall’esperienza che tredici detenuti di Saluzzo hanno vissuto, nel 2013, nell’ambito del Laboratorio Teatrale dell’Istituto e dal confronto aperto sul tema della paternità, sul senso di essere contemporaneamente figli e padri, figli difficili e padri assenti, figli cresciuti senza padri… non perché orfani, ma in quanto privi di padri autorevoli, portatori di valori e testimoni delle responsabilità della vita. Ora questi figli vivono nell’attesa del ritorno della libertà e, diventati nel frattempo loro stessi genitori, attendono il ritorno del padre proprio come Telemaco fece con Ulisse.

È passato il tempo del padre-padrone e del padre-eroe. Ora viviamo la necessità di avere padri testimoni di come si possa trasmettere ai propri figli e alle nuove generazioni la speranza nell’avvenire, il senso dell’orizzonte, in un’epoca in cui nessuno sembra più “tornare dal mare”, ma in cui tutti, almeno una volta, abbiamo guardato il mare in attesa che qualcosa tornasse.

Pensieri scaturiti dalla riflessione dei detenuti che prendono forma sul palcoscenico in un contesto di festa dal sapore amaro dell’assenza. Pensieri che diventano riflessioni per tutti.

Lo spettacolo verrà rappresentato martedì 23 febbraio alle ore 21 al Teatro Toselli di Cuneo.

Biglietto unico 8 euro. Vendita biglietti on line (www.comune.cuneo.gov.it/cultura/teatro) o presso l’Ufficio Spettacoli in via Amedeo Rossi 4 (Palazzo Samone) dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 12.

I biglietti saranno in vendita anche a partire dalle ore 17 del giorno dello spettacolo, presso la biglietteria del Teatro Toselli.

redazione

Next Post

BIS PER LA MOSTRA SULLA BEATA ENRICHETTA

Mar Feb 16 , 2016
Dopo la visita di alcune sorelle del Consiglio Generale della Congregazione delle Suore di Sant’Anna, arrivate per l’occasione dalla Casa Generalizia di Roma la mostra si sposta in Collegiata CARMAGNOLA Grande successo per la mostra sulla Beata Enrichetta Dominici di Salsasio “Madre Enrichetta: la Santa della Quotidianità”, che ha visto […]
madre-enrichetta-dominici-1