L’esempio di Alba: 100 mila euro per le strutture ricettive della città

alba strutture ricettive

Alba: 100 mila euro alle strutture ricettive della città, la Giunta ha deliberato il bando per accedere ai contributi

La Giunta comunale, giovedì 18 giugno, ha deliberato il bando per la concessione di contributi alle strutture ricettive della città di Alba.

Dopo lo stanziamento per un importo di 100.000 euro stabilito la scorsa settimana durante l’ultimo Consiglio comunale, con il provvedimento emesso ora dalla Giunta le imprese turistiche e locazioni ad uso turistico albesi potranno presentare domanda per ottenere un contributo a fondo perduto proporzionale all’imposta di soggiorno pagata nell’anno 2019. Le somme saranno erogate con un sistema a scaglioni progressivo che favorisce le realtà più piccole, fino ad una cifra massima di 2.575 euro. Il bando verrà pubblicato sul sito del Comune di Alba.

Sarà possibile fare richiesta fino al 25 luglio. Unici requisiti richiesti sono che i soggetti abbiano regolarmente versato l’imposta di soggiorno e presentato il conto della gestione per l’anno 2019 e che i locatori di immobili privati, utilizzati per finalità turistiche, abbiano registrato la propria struttura attraverso il SistemaPiemonte.

Il sindaco Carlo Bo: “Abbiamo stanziato una somma record nella variazione di bilancio della settimana passata e pubblichiamo oggi il primo bando, in modo puntuale. Già dalla prossima settimana inizieremo l’istruttoria delle domande presentate dalle strutture ricettive”. “Il sistema turistico sta attraversando un momento di difficoltà – dichiara l’assessore al Turismo, manifestazioni ed eventi Emanuele Bolla -. A breve le strutture ricettive che faranno domanda riceveranno il contributo a fondo perduto legato a criteri oggettivi. Abbiamo deliberato un bando in tempi rapidi perché vogliamo dare un segnale concreto di vicinanza alle attività del settore. Nel frattempo lavoreremo a politiche attive finalizzate a rilanciare il nostro turismo, una proposta valida e sicura per tutte le persone che decideranno di visitare la nostra città e il nostro territorio”.

redazione

Next Post

Nuove costruzioni immobiliari post covid-19, cambia la progettazione

Mar Giu 23 , 2020
Costruzioni immobiliari, ecco cosa cambia. L’emergenza COVID-19 ci ha portato a trascorrere molto tempo nelle nostre abitazioni, avendo modo di comprenderne pregi e difetti. “Ed è molto probabilmente quest’ultimo aspetto – afferma Fabiana Megliola, Responsabile Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa – che sta portando alla definizione di una domanda abitativa di […]
Nuove-costruzioni-Gruppo-Tecnocasa