Acquisti pubblici più verdi

Il Covar14 organizza per i suoi Comuni un seminario su Green Public Procurement nel programma della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2016

covar - la pancalera

CARIGNANO

Prosegue, nella Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti 2016, il percorso di sensibilizzazione e accompagnamento avviato dal Covar14 in occasione della Serr 2015. A segnare l’esordio era stato il convegno Gli acquisti pubblici verdi (Green Public Procurement): uno strumento per rendere sostenibile e dematerializzare la spesa della Pubblica Amministrazione. Ora, in vista delle iniziative previste su scala europea dal 19 al 27 novembre, decolla il progetto Adozione e sviluppo del Green Public Procurement (GPP) nel territorio di pertinenza del COVAR 14, con cui il consorzio affianca i suoi 19 Comuni verso l’adozione di formule ecologiche di spesa e accompagna, quelli che ancora non ne fanno parte, nell’adesione al Progetto A.P.E. (Acquisti Pubblici Ecologici), coordinato dalla Città Metropolitana di Torino. Per confrontarsi su ciò che già si fa e su quanto si può fare, il Covar14 chiama a raccolta sindaci, assessori e tecnici dei settori acquisti e ambiente, invitati a partecipare a un incontro con Valeria Veglia, coordinatrice del Progetto A.P.E. per la Città Metropolitana di Torino, giovedì 27 ottobre alle 10, nella sala dell’Assemblea dei Sindaci, presso la sede di Carignano, in via Cagliero 3I/L. Non va dimenticato che, dal 28 dicembre dello scorso anno, l’indirizzo “green” degli acquisti pubblici è obbligatorio sul territorio nazionale, in base alla legge n.221, ed è un tema solo apparentemente chiuso tra le mura del Palazzo, perché il riflesso in termini di spesa, limitazione degli sprechi ed effetti sull’ambiente, ricadono sulla qualità della vita di tutti i cittadini. In questa direzione, sono pronti a “dettare nuove regole” la Guida pratica agli acquisti verdi (GPP) per i Comuni, il Regolamento per la gestione ecosostenibile degli eventi patrocinati dai Comuni e le Linee guida per la riduzione dei rifiuti e il miglioramento della raccolta differenziata nelle feste patrocinate dai Comuni, che segnano il giro di boa per l’attività impostata dal consorzio e potranno essere utili per l’adeguamento da parte degli enti. In sintesi: – la Guida pratica agli acquisti verdi (GPP) per i Comuni permette ad amministratori e tecnici comunali di entrare in maggior confidenza con il tema degli acquisti verdi; – la proposta di Regolamento per la gestione ecosostenibile degli eventi patrocinati dai Comuni potrà essere recepita per vincolare al rispetto di criteri ambientali, utili alla riduzione dei rifiuti e all’incremento della raccolta differenziata, la concessione del patrocinio concesso agli eventi; – le Linee guida per la riduzione dei rifiuti e il miglioramento della raccolta differenziata nelle feste patrocinate dai Comuni sono rivolte direttamente a chi organizza eventi sul territorio (associazioni, Pro Loco…). Le dispense saranno disponibili sul sito internet del consorzio, all’indirizzo www.covar14.it. Applicando i criteri di Green Pubblic Procurement, gli enti rispondono alle direttive nazionali ed europee e si impegnano a razionalizzare acquisti e consumi e a incrementare la qualità ambientale di forniture e affidamenti. Oltre a incidere sul mercato e sulla qualità della vita di tutti, le scelte ecologiche del singolo Comune incoraggiano l’adozione di pratiche virtuose anche da parte dei cittadini.

redazione

Next Post

Viaggio lungo un sogno, venerdì a Carmagnola

Mar Ott 25 , 2016
Gli organizzatori: uno spettacolo che si rivolge a tutti perchè tutti compagni di viaggio   CARMAGNOLA Otto attori che parlano di viaggio e di sogni, di incontri ma soprattutto del bisogno di partire. Siamo tutti in viaggio, ma solo alcuni lo sanno e molti lo dimenticano. Ognuno dal proprio punto […]