4 novembre, Alba ha ricordato i caduti delle due guerre mondiali

Alba: deposizione corone d’alloro per la commemorazione del 4 novembre

Si avvicina la ricorrenza del 4 novembre, la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, istituita nel 1919 per commemorare la vittoria italiana nella prima Guerra mondiale e il completamento del processo di unificazione nazionale.

Ogni anno la Città di Alba celebra la festività il 1° novembre, in occasione della Santa Messa officiata dal Vescovo di Alba nel cimitero monumentale di via Ognissanti per la commemorazione dei defunti: dopo il rito liturgico è tradizione che venga deposta una corona di alloro al Monumento ai Caduti della prima e della seconda Guerra mondiale nel “Campo della Memoria”. Vista l’emergenza sanitaria, la Messa quest’anno non sarà celebrata al camposanto ma nelle singole parrocchie, pertanto è stata modificata anche la commemorazione: il sindaco di Alba, Carlo Bo, ha apposto la corona il 30 ottobre.

Il sindaco di Alba depone corona d'alloro in memoria dei caduti
Il sindaco di Alba Carlo Bo

Il ricordo ai 12 cippi in memoria dei caduti

Il primo cittadino ha voluto portare insieme le corone anche sui 12 cippi albesi che ricordano i caduti: le lapidi a San Rocco Seno d’Elvio, Piana Biglini, Madonna di Como, Scaparoni, Mussotto, Santa Rosalia, in corso Fratelli Bandiera, il monumento nei giardini di via Roma, il monumento per la Liberazione in piazza Rossetti, l’Albero della Memoria sul cavalcavia di via Einaudi, il Monumento dell’aviatore nel parco Böblingen e il monumento Bistolfi dalla chiesa san Domenico.

Il sindaco di Alba deopne corona d'aloro in memoria dei caduti

«Un percorso attraverso la memoria che mi ha emozionato e commosso – afferma il primo cittadino Carlo BoOgni cippo, ogni monumento e ogni luogo ha una sua storia da raccontare e ricordare. Oggi viviamo un momento così difficile da rischiare di concentrarci solo sul presente e dimenticare il passato. Questo fine settimana ciascuno di noi ricorda i suoi cari che non ci sono più. Invito tutti a fermarsi un attimo a pensare anche ai tanti che, pur senza essere nostri famigliari, per noi si sono battuti, al prezzo della loro stessa vita. Mi auguro che il prossimo anno potremo esserci lasciati alle spalle questo periodo così drammatico e magari immaginare un percorso commemorativo aperto ai cittadini per condividere insieme un pezzo importante della nostra storia».

Sospesi gli eventi per “Resistenza nella memoria 2020”

L’Amministrazione comunale ricorda inoltre che sono sospesi tutti gli eventi programmati per “Resistenza nella memoria 2020”, con cui La Città di Alba intendeva celebrare il 76° anniversario della Libera Repubblica e il 71° anniversario del conferimento della Medaglia d’Oro al Valore Militare, manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Alba, in collaborazione con il Centro Studi di Letteratura, Storia, Arte e Cultura “Beppe Fenoglio” o.n.l.u.s., l’Anpi di Alba e le associazioni cittadine.

redazione

Next Post

Savigliano, Massimiliano Pinelli è direttore del Pronto Soccorso

Lun Nov 2 , 2020
Massimiliano Pinelli è il nuovo direttore della struttura di Medicina d’urgenza dell’ospedale di Savigliano. Nato a Carrara 44 anni fa, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli studi di Pisa nel 2001 con il massimo dei voti, ha conseguito, presso la stessa Università, la specializzazione in Medicina Interna nel […]
Massimiliano Pinelli