Pancalieri, uffici comunali chiusi al pubblico, gestite le urgenze

Uffici comunali chiusi al pubblico secondo le disposizioni del sindaco Luca Pochettino a fronte dell’emergenza sanitaria

Comune Pancalieri la pancalera

Gli uffici comunali di Pancalieri sono chiusi al pubblico. Lo ha disposto il sindaco Luca Pochettino a seguito del DPCM dell’11 marzo scorso contenente disposizioni per fronteggiare il diffondersi di Covid-19.

Saranno comunque gestite le urgenze. Qui di seguito le indicazioni per contattare gli uffici.

L’ufficio Protocollo sarà disponibile il martedì mattina ore 10-12.30 per documentazione cartacea, tramite la finestratura del piano terra.

Non ricevono il pubblico gli uffici Economico Finanziario e Tributi, Tecnico-edilizio, Segreteria, Polizia Municipale.

L’ufficio Anagrafe può essere contattato via mail per i cambi diresidenza. I moduli sono scaricabili del sito www.comune.pancalieri.to.it nella sezione Anagrafe. Possono essere inviati all’indirizzo mail anagrafe@comune.pancalieri.to.it. Per i certificati e le carte di identità (se urgenti), l’Anagrafe è disponibile solo su appuntamento il martedì mattino ore 10-12.30. Telefonare per appuntamento allo 011.9734102.

Per i decessi e le nascite contattare i numeri 328.9149925 – 393.8350651.

Anche il Comando Carabinieri della Stazione di Pancalieri al momento ha limitato gli accessi agli uffici. Non saranno infatti ricevute denunce di smarrimenti o furti. Lo ha comunicto il Comandante della Stazione, tramite il Comune di Pancalieri. Le denunce possono essere effettuate online consultando il sito www.carabinieri.it.

 

redazione

Next Post

Coronavirus, alla Teksid di Carmagnola stabilimento chiuso

Ven Mar 13 , 2020
Pare sia il caso di un riscontro di coronavirus la causa della chiusura dello stabilimento Teksid di Carmagnola. Lo stabilimento evacuato questa mattina Riscontrato un caso di sospetto contagio da coronavirus allo stabilimento Teksid di Carmagnola. Questa mattina, venerdì 13 marzo, i 500 lavoratori presenti nell’azienda di via Umberto II […]