A Villastellone le feste sono ‘verdi’

 

VILLASTELLONE
Il Comune di Villastellone aderisce al protocollo ed entra ufficialmente tra le amministrazioni che sostengono e promuovono sul proprio territorio le ecofeste riconosciute dal Covar14.

Con l’adesione, approvata dalla Giunta del sindaco Davide Nicco, Villastellone vincola la concessione del patrocinio comunale al rispetto di alcuni criteri ambientali, previsti dal ‘Regolamento per la gestione ecosostenibile degli eventi patrocinati dall’Amministrazione comunale’, predisposto dal consorzio e approvato in municipio il 10 maggio.
Accogliamo con piacere questo impegno, perché sappiamo quanto è importante che, agli indirizzi che i nostri Comuni ci danno per ottimizzare la gestione dei rifiuti, faccia eco un impegno preso con i cittadini – commenta Leonardo Di Crescenzo, presidente del Consiglio di Amministrazione di Covar14 – Consigliare di rispettare alcune regole, quando si organizza un evento, può avere effetti positivi, ma di sicuro i risultati arrivano se, per sostenere una manifestazione, si chiede di mettere in pratica accorgimenti utili a ridurre gli sprechi e a favorire la raccolta differenziata”.
Tra i requisiti per essere ecofesta ci sono la nomina di un responsabile per gli aspetti legati alla gestione dei rifiuti, che deve essere segnalato al Comune; l’allestimento di aree ecologiche per la gestione della differenziata; la formazione di chi è coinvolto nell’organizzazione dell’evento, che deve essere sensibilizzato alla corretta gestione dei rifiuti e alla loro differenziazione; l’impegno a effettuare nel modo migliore la ripartizione dei diversi materiali, quindi a ripulire da residui organici piatti e bicchieri destinati alla raccolta della plastica e a destinare all’indifferenziata le posate in plastica; la disponibilità a preferire l’uso di stoviglie lavabili o, al limite, biodegradabili e compostabili e a conferire queste ultime nell’organico; l’impegno a predisporre materiale informativo sia per gli operatori che per i partecipanti all’evento.
L’adesione al protocollo delle ecofeste non è solo una questione di forma, ma un gesto concreto per andare, sempre più, nella direzione della riduzione degli sprechi e incrementare la raccolta differenziata, non solo per quel che riguarda la quantità di rifiuti, ma anche la qualità della loro suddivisione – rimarca l’assessore all’Igiene urbana, Giovanni Villa – A Villastellone siamo abbastanza avanti su questa linea, ma non dobbiamo abbassare la guardia. Mettiamo nero su bianco e approfondiamo quello che è bene fare, con le nostre associazioni, che già sono disponibili a impegnarsi anche per l’ambiente. Il 23 ottobre abbiamo una riunione per il calendario delle prossime manifestazioni e affronterò anche questo argomento, per ribadire e sollecitare tutti a rispettare il regolamento”.
L’adesione al protocollo promosso dal Covar14 va in scia con gli altri provvedimenti presi dal Comune di Villastellone per ottimizzare la raccolta differenziata, ovvero l’adesione al programma di “Green Public Procurement” che, tra gli acquisti pubblici verdi prevede anche indicazioni sulle manifestazioni pubbliche, e la stesura delle “Linee guida per la riduzione dei rifiuti e il miglioramento della raccolta differenziata negli eventi patrocinate dai Comuni”.