Un week end a Carignano

Santuario del Valinotto la pancalera

CARIGNANO
Sabato 16 e domenica 17 settembre, la Città di Carignano apre i suoi Tesori d’Arte per i visitatori accorti e curiosi. Un weekend all’insegna della bellezza e della storia, in un piccolo comune a pochi km da Torino.

Sabato 16 alle ore 16, l’Associazione Progetto Cultura e Turismo attende i turisti per una degustazione di caffè e biscotti assabesi, una delle delizie nate a Torino nel 1884, in occasione delle Esposizioni al Valentino che videro sorgere, sulle rive del Po, un borgo medioevale e un villaggio eritreo. Dopo la degustazione, una interessante passeggiata nel centro storico porterà alla scoperta di reperti preistorici, lapidi e monumenti, chiese e torri legate alla millenaria storia cittadina, Le battaglie e le guerre che toccarono Carignano e che ne plasmarono l’urbanistica saranno le protagoniste della visita. La prenotazione è obbligatoria (3381452945-3382457228-3333062695); visita e degustazione al costo di euro 5.
Il ritrovo è la caffetteria I Portic, in via Vittorio Veneto 11.
Il giorno successivo, dalle 14,30 alle 17,30, sarà possibile visitare il capolavoro giovanile dell’architetto Bernardo Vittone, la cappella della Visitazione al Valinotto, di cui si sono conclusi da poco i restauri dell’apparato pittorico, sostenuti dalla Compagnia di San Paolo. Il complesso sistema delle tre volte sovrapposte e le pitture di Pier Francesco Guala incanteranno sicuramente i visitatori, immediatamente portati a cercare le fonti di luce nascosta della cappella. La visita guidata, al costo di euro 2 (parte servirà per coprire le spese di manutenzione ordinaria), è sempre a cura dei volontari dell’Associazione Progetto Cultura e Turismo. Per informazioni: 3381452945-3333062695. La cappella è sulla ex provinciale 138 per Virle.