Un defibrillatore per la scuola di Castagnole

Donato da Croce Rossa, Alpini, Protezione civile e Centro Anziani un defibrillatore per scuola e palestra: “Abbiamo a cuore il vostro cuore”
defibrillatore-la-pancalera
CASTAGNOLE
Nell’ambito delle attività che le associazioni Croce Rossa, Alpini, Protezione civile e Centro Anziani hanno messo in atto  favore del territorio, c’è la donazione di un defibrillatore che è stato posizionato nell’ingresso del plesso scolastico Giovanni XXIII con possibilità di utilizzo anche per la palestra. Giovedì 17 novembre i rappresentanti delle associazioni donatrici hanno consegnato al sindaco Mattia Sandrone ed alla Vice Preside dell’Istituto Comprensivo di Candiolo, cui Castagnole fa parte, lo strumento che potrà essere utile, in caso di arresto cardiaco. «Abbiamo ritenuto che avere la scuola, dove sono presenti oltre un centinaio di alunni e la palestra prive di defibrillatore, fosse una mancanza non indifferente quindi non potevamo stare a guardare» spiegano i responsabili di gruppo. Confidando non debba mai essere utilizzato, semplici manovre in attesa del soccorso avanzato, può salvare la vita agli alunni, alle insegnati, operatori scolastici o fruitori della palestra: «È un valore aggiunto per la nostra scuola, il nostro grazie va a chi si è adoperato per fare in modo che questa struttura sia dotata del Dae» hanno voluto sottolineare il Sindaco e la Vice preside.
Ne è seguita la formazione per alcuni operatori che utilizzano la struttura anche se l’amarezza è stato apprendere quanto scritto dalla Preside che «nessuna delle insegnanti ha dato disponibilità ad aderire al corso di formazione».
«La prevenzione deve entrare nella nostra cultura, dopo è sempre troppo tardi; è fondamentale far ripartire il cuore entro pochi minuti dall’arresto, se non si vuole compromettere la vita della persona» chiudono i vertici delle associazioni che ancora una volta hanno operato congiuntamente andando oltre le loro quotidiane attività.