Torna il Rally di Carmagnola in veste storica

Quattro le prove speciali a Ceresole, Monteu Roero, Pralormo e Poirino. Partenza e arrivo a Carmagnola

Rally-Carmagnola-1982-la-pancalera
Dopo dieci anni, torna il Rally di Carmagnola ma in versione storica, con l’organizzazione della Sport Rally Team di Piero Capello. Venerdì 31 agosto e sabato 1 settembre, in concomitanza con la Fiera Nazionale del Peperone, verrà riproposta così la gara mai tramontata nel cuore degli appassionati. Una indimenticata festa dei motori la cui ultima edizione ebbe luogo nel giugno 2008: la ventisettesima, vinta dai coniugi vercellesi Tiziano Borsa e Carla Berra su Peugeot 207 Super 2000, addirittura per la quinta volta in carriera.  La prima edizione fu invece nel maggio 1982, con alloro finale di Menes-Cianci, su Ferrari 308 GTB.

Il Rally di Carmagnola, suddiviso agonisticamente in storico e regolarità sport, si svolgerà sulle stesse strade del “Carmagnola” anni ‘80 e ‘90. Quattro le prove speciali, tutte da ripetere una volta: due in provincia di Cuneo, Ceresole e Monteu Roero (che ospiterà un riordino), e due nel Torinese, Pralormo e Poirino (qui un secondo riordino). Percorso globale di circa 170 km, di cui poco meno della metà cronometrati.

A Carmagnola, pedana di partenza e arrivo dislocata in piazza Italia (lato via Gobetti), come un tempo. Via al primo concorrente alle 8,30 di sabato 1° settembre, arrivi dalle 17 in poi. Iscrizioni dal 1° al 27 agosto.

I preliminari scatteranno domenica 26 agosto, quando inizierà la consegna dei road-book ai concorrenti e si svolgerà la prima delle due sessioni di ricognizioni autorizzate (ore 9-16; la seconda venerdì 31 agosto ore 9-15). Le verifiche tecniche e sportive pre-gara si svolgeranno in piazza Italia alla vigilia, fra le 17 e le 20,30 di venerdì 31 agosto.

Storico organizzatore di rally in Piemonte, patron Piero Capello si emoziona all’idea del “grande ritorno” della sua primissima creatura, in origine una gara podistica che virò poi in evento motoristico: «Il desiderio di far rivivere la gara non si è mai spento – ammette il carmagnolese Capello – e sulla spinta di moltissime persone, che da tempo premono per poter riavere il rally in città, dopo molti ragionamenti abbiamo deciso di ritentare l’avventura. Per quest’anno con le storiche».