Saluzzo, Casa Pellico: l’artista Franco Giletta parla di Leonardo Da Vinci

Giovedì 7 marzo secondo incontro-conversazione organizzato dal Gruppo Fai Saluzzo, nella casa natale dello scrittore patriota. Si parla di Leonardo Da Vinci

Franco-Giletta-la-pancalera

 

Continuano a Casa Silvio Pellico ( in piazzetta di Mondagli a Saluzzo) gli incontri con personalità del mondo culturale e artistico, organizzati dal gruppo Fai Saluzzo, che nella casa natale dello scrittore patriota, ha la nuova sede. Dopo l’appuntamento con l’enciclopedico musicologo Alberto Basso, un secondo incontro, giovedì 7 marzo alle 17,30 con l’artista Franco Giletta.
Sarà l’ occasione per parlare di Leonardo da Vinci, in concomitanza con l’avvio delle celebrazioni per il Cinquecentenario dalla sua scomparsa, avvenuta nel 1519.
Titolo della conversazione è infatti “Il mio Leonardo”. Sarà un viaggio attraverso le opere del grande maestro “lette” da un pittore appassionato del Rinascimento, un’analisi personale sull’attualità dell’opera del più grande genio di tutti i tempi.

Parlerò anche – anticipa Giletta – delle opere che saranno esposte a Torino e alla Venaria per questa ricorrenza. E dell’influenza che i capolavori di Leonardo ebbero sull’arte piemontese del suo tempo e della sua personale conoscenza del territorio, a partire dal manoscritto conservato a Parigi, che cita  Saluzzo, il Monviso e il Mombracco.
 Il viaggio partirà dai suoi inizi alla bottega del Verrocchio in cui conobbe e collaborò anche con Botticelli, a cui recentemente ho dedicato il ritratto collocato nella Chiesa di Ognissanti a Firenze. Sarà pure l’occasione per scoprire quanto gli studi dell’Accademia neoplatonica  influenzarono gli esordi del genio a Firenze.”

Il relatore propone un dialogo con il pubblico, una narrazione ricca di suggestioni, attraverso aneddoti poco noti e con alcuni sorprendenti legami tra Leonardo e il territorio piemontese. Farà inoltre cenni sull’influenza che il grande genio italiano ha avuto sulla sua formazione artistica.

Orari

Ingresso a contributo volontario non inferiore a 5 euro. In ragione della limitata capienza della sala, si consiglia la prenotazione al numero telefonico: Fai Saluzzo: 370. 306 9154. A seguire, per chi è interessato, incontro conviviale al ristorante “Casa Pellico” piazza dei Mondagli 5 (prezzo 25 euro).

La casa museo, nuova sede Fai, in base all’accordo triennale con l’Amministrazione comunale, sarà aperta al pubblico dalle 15 alle 17 ogni terzo giovedì del mese ( marzo escluso) per informazioni, iscrizioni, distribuzione di calendari e per le visite al museo in chiave FAI.