Palermo e Torino: due tradizioni gloriose per una sfida d’altri tempi

Il Palermo è retrocesso ufficialmente in Serie B solo da pochi giorni e i tifosi siciliani hanno voglia di provare a tornare nella massima serie già dall’anno prossimo. Una piazza importante come Palermo ha grande voglia di calcio e di incontri suggestivi con altre squadre prestigiose come quelle che militano in Serie A.
Una delle sfide più affascinanti di sempre è di sicuro quella tra Palermo e Torino, che è diventata negli anni un appuntamento attesissimo dalle rispettive tifoserie. Sebbene tra i tifosi granata e quelli rosanero non esista una rivalità particolarmente accesa, va detto che, come nella gran parte degli incontri tra squadre di città del sud e del nord Italia, le sfide in campo assumono spesso il significato di veri e propri scontri geografici, che si caricano di un significato molto forte.
Entrambi i club possono vantare una tradizione sportiva secolare, anche se i titoli nazionali e internazionali conquistati dal Torino superano di gran lunga quelli del Palermo, società calcistica dalla storia travagliata che ha dovuto affrontare molteplici fallimenti e operazioni di rifondazione.
Le due squadre hanno disputato decine di incontri ufficiali, nonostante la lunga assenza del Palermo dalla lista dei club partecipanti al campionato di Serie A, durata per 31 anni (dal 1973 al 2004, anno della tanto agognata conquista della promozione nella massima serie).
Il Palermo e il Torino hanno preso parte ad una serie di appassionanti sfide sia in Serie A sia in Serie B, segnando tante pagine emozionanti del calcio italiano e dando vita, in diverse occasioni, ad incontri spettacolari e molto sofferti, che hanno tenuto con il fiato sospeso i tifosi piemontesi e quelli siciliani, ma anche tutti gli italiani appassionati del grande calcio giocato.
La prima partita ufficiale tra il Torino e il Palermo viene disputata il 16 ottobre 1932, nell’anno del debutto dei Rosanero nel campionato di Serie A a girone unico. La partita tra il club piemontese e quello siciliano si tiene nell’ambito della quinta giornata di campionato, nella cornice dello storico Stadio Filadelfia di Torino. La prima sfida tra i granata e i rosanero vede le forze delle due formazioni equivalersi per buona parte del match, fino a quando, al 70′, Scarone segna per il Palermo, conquistando così la prima vittoria della squadra in casa del Torino.
La prima vittoria del Toro arriva solo nel corso del campionato successivo, il 10 dicembre 1933. Il Torino vince in casa contro il Palermo per 2 a 1 e quel giorno i marcatori della partita sono Libonatti e Silano per i Granata e Chiecchi per i rosanero.
L’incontro Torino-Palermo del 3 dicembre 1935 vede i giocatori del Toro superare gli avversari per 5 a 0, un risultato che segna una delle sconfitte più clamorose subite dal Palermo a Torino. I gol sono di Baldi III, Sudati, Ellena e Silano, che mette a segno una doppietta.
In anni più recenti, il Palermo conquista una delle sue vittorie più brillanti sul Torino nel match del 12 novembre 2006, quando entrambe le squadre sono da poco tornate a militare in Serie A dopo molti anni di assenza. Quella partita, che si gioca presso lo Stadio Renzo Barbera di Palermo, vede i Rosanero di Francesco Guidolin superare i Granata di Alberto Zaccheroni per 3 a 0. I gol portano la firma di Corini, Di Michele e Amauri, che superano la difesa del portiere Abbiati, rispettivamente, al 43′, al 69′ e al 79′.
Le due squadre si sono fronteggiate in diverse occasioni anche nell’ambito del campionato di Serie B. Le partite che vedono come protagonisti i rosanero e i granata nelle stagioni 1996/97 e 2003/04 risultano particolarmente accese, perché entrambe le squadre lottano con tutte le forze per raggiungere il traguardo della promozione nella massima serie, obiettivo che il Palermo centra proprio nel 2004.
Solo considerando gli ultimi anni, sono molti i nomi di giocatori passati da una formazione all’altra. Tra i talenti più celebri che hanno vestito entrambe le maglie è possibile ricordare Amauri, che gioca con il Palermo dal 2006 al 2008 e, successivamente, con il Torino dal 2014 al 2016. Eugenio Corini veste la maglia rosanero dal 2003 al 2007, per concludere la sua carriera con i colori granata, dal 2007 al 2009.
Il calciatore attualmente più forte che ha indossato la casacca di entrambi i club è certamente il centravanti della nazionale italiana Andrea Belotti, che disputa a Palermo due stagioni tra il 2013 e il 2015, collezionando 62 presenze e siglando 16 reti; si trasferisce invece in Piemonte nel 2015, dove finora ha disputato 67 gare, segnando ben 37 gol, diventando così uno dei più forti attaccanti del campionato italiano.
A questi nomi si aggiungono quelli di Simone Barone, David Di Michele, Antonio Nocerino, Matteo Darmian, Kamil Glik, Cesare Bovo e Stefano Sorrentino.
Tra gli allenatori che hanno guidato le due compagini, figurano alcuni nomi molto importanti del calcio italiano, come Walter Novellino, che allena i granata dal 2007 al 2009 per poi approdare al club rosanero nel 2016. Stefano Colantuono allena il club siciliano dal 2007 al 2008 e quello piemontese dal 2009 al 2010. Andando a ritroso nel tempo, anche Nedo Sonetti ha collaborato con entrambe le società, allenando il Torino nelle stagioni dal 1994 al 1996 e il Palermo nell’annata 2002/03.
Per ulteriori informazioni sulle due squadre e per visionare le statistiche complete negli scontri diretti, approfondite qui.