Covar14 conclude l’informatizzazione dei centri raccolta rifiuti

L’ecocentro ti “riconosce”
Entro mercoledì 3 febbraio la novità coinvolgerà tutti i CdR del Covar14.

Covar14-cdr-Nichelino

Da lunedì 18 gennaio a mercoledì 3 febbraio 2016 si completa l’informatizzazione dei centri di raccolta gestiti dal Covar14. La “rivoluzione”, già sperimentata a Carignano da giugno a oggi e avviata in dicembre a Piossasco, Bruino, Orbassano, Beinasco e Rivalta di Torino, coinvolge ora le altre 10 piattaforme del territorio.
Alla chiusura dei lavori i 16 ecocentri Covar14 saranno attrezzati con lettori palmari o totem interattivi touch screen, capaci di riconoscere l’utente e registrare i suoi conferimenti. Unica accortezza richiesta ai privati sarà avere con sé la tessera sanitaria, che permette l’accesso immediato.
L’ingresso della tecnologia nella gestione dei rifiuti consegnati ai CdR coinvolge le sedi di:
Nichelino (via Mentana 20), lunedì 18 gennaio;
Villastellone (viale Rimembranza) e Vinovo (viale del Castello 1), mercoledì 20 gennaio;
Candiolo (via Pinerolo 115) e Piobesi Torinese (via Lanagena), giovedì 21 gennaio;
Moncalieri (via Lurisia 3) e Trofarello (via della Croce Rossa 1), venerdì 22 gennaio;
Castagnole Piemonte (strada Provinciale 141, località Sant’Anna), mercoledì 27 gennaio;
Virle Piemonte (via Podi), sabato 30 gennaio;
Pancalieri (strada Preti), mercoledì 3 febbraio.
Nelle date indicate saranno presenti animatori incaricati dal Covar14, per illustrare ai cittadini le nuove modalità di accesso e distribuire le tessere personalizzate dell’Operazione Covar Business (13mila su tutto il territorio Covar14), destinate alle utenze non domestiche. Le card per aziende e attività produttive,
negozi, uffici, artigiani, commercianti e altre categorie professionali, saranno distribuite presso i CdR nelle date sopra indicate. Chi non ritirerà la card in quella occasione potrà richiederla compilando il modulo, disponibile sul sito www.covar14.it, da inviare via mail a servizi@covar14.it o per fax al numero 011 969 8628.
L’evoluzione tecnologica nella gestione dei CdR è destinata a svilupparsi con vantaggi concreti. Il primo già dal mese di mese di marzo, quando la novità sarà a regime su tutto il territorio e sarà possibile conferire indifferentemente in ognuno dei 16 centri di raccolta. Sarà un passo importante per agevolare i cittadini dei 19 Comuni, che potranno scegliere a quale sede rivolgersi in base alla necessità del momento. Una “apertura” che potrà contribuire a incrementare e ottimizzare la raccolta differenziata di ingombranti, rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche,pneumatici e altri materiali ammessi.

NUOVA TECONOLOGIA

La nuova tecnologia consente di regolamentare e censire gli accessi, accettando solo i contribuenti registrati, ottimizza i flussi di rifiuti e mette gli ecocentri al passo con quanto previsto dalle norme in vigore (D.M. 8 aprile 2008 e D.M. 13 maggio 2009) e con il relativo “bilancio di massa”, che impone una dettagliata mappatura per quantità (numero e volume) e qualità (tipologia) dei rifiuti in entrata e in uscita.
Queste le liste delle categorie conferibili e i limiti, diversi per le utenze domestiche e non domestiche.
Materiali conferibili e limiti utenze NON domestiche:
Raee R4 (piccoli elettrodomestici) 5 a settimana; toner 2 al mese; vernici 4 latte al mese; olio vegetale 30 litri al mese; legno 3 mc a settimana; plastica mista (non imballaggi) 3 mc a settimana; metallo 3 mc a settimana; verde/sfalci e potature 3 mc a settimana; ingombranti 3 mc al mese; abili e tessili 2 borse a settimana; imballaggi misti (plastica e lattine), cartone, carta mista, vetro senza limite.

Materiali conferibili e limiti utenze domestiche:

Raee R1 (freddo e clima) 2 al mese; Raee R2 (grandi bianchi) 2 al mese; Raee R3 (tv e monitor) 2 al mese; Raee R4 (piccoli elettrodomestici) 5 a settimana; Raee R5 (neon) 5 a settimana; batterie e accumulatori al piombo 2 al mese; lastre radiografiche 10 a settimana; toner 2 al mese; vernici 4 latte al mese; olio minerale 30 litri o chili al mese; olio vegetale 30 litri o chili al mese; legno 3 mc a settimana; plastica mista (non imballaggi) 3 mc a settimana; metallo 3 mc a settimana; verde/sfalci e potature 3 mc a settimana; ingombranti 3 mc al mese; pneumatici 4 al mese; macerie/inerti 2 latte da 30 chili a settimana; abili e tessili 2 borse a settimana; imballaggi misti (plastica e lattine), cartone, carta mista, vetro senza limite.
Approfondimenti sono sul sito www.covar14.it.