Corso di formazione motivazionale per i dipendenti comunali di Saluzzo

Il corso di formazione, in partenza oggi, viene organizzato in attuazione del Piano di Azioni Positive per il triennio 2017/2019

Per tutto il mese di settembre l’insieme dei dipendenti comunali sarà impegnato in un innovativo corso di carattere motivazionale. Il corso è volto a stimolare la crescita dell’organizzazione aziendale.

“Il corso è nato da un’indagine di clima – spiega il Sindaco Mauro Calderoni – promossa a inizio anno dal Comitato Unico di Garanzia del Comune che, attraverso la compilazione di un questionario distribuito a tutti i dipendenti comunali, ha evidenziato alcune criticità. Dalle 64 risposte ottenute sui 104 questionari distribuiti è emersa la necessità di lavorare a fondo sulla macchina comunale soprattutto nei suoi aspetti motivazionali e relazionali”.

Da qui la necessità di approfondire temi come la motivazione, la sensibilità all’ascolto, la consapevolezza delle dinamiche e degli stili comunicativi. Ma anche la conoscenza del gruppo, il senso di appartenenza, il capitale psicologico, l’autostima, la gestione dei conflitti, la cultura organizzativa, la comunicazione efficace. Il fine è di apportare un miglioramento al benessere individuale ed organizzativo, con fondamentali ricadute sui servizi offerti al cittadino.

Il corso è stato organizzato in tre edizioni di due mattinate ciascuna” illustra il dott. Marco Delleani, dirigente del Settore servizi alla persona. “Tutto il personale può partecipare senza recare pregiudizio alla funzionalità dei servizi. Ognuno dei tre gruppi di lavoro, composto da circa 30/40 dipendenti, è stato formato con rappresentanze dei vari uffici, il che ha stimolato la conoscenza fra colleghi e lo sviluppo di relazioni costruttive”.
L’organizzazione del percorso formativo è stata affidata a Lineapa. La ditta è specializzata in strategie di comunicazione efficace.
Non si può pensare – conclude il Sindaco – che i risultati si possano raggiungere soltanto con la somma delle singole capacità. Occorre aiutare la struttura aziendale a parlare sempre più un linguaggio corale. In modo che il benessere organizzativo interno si tramuti in una miglior resa di servizi al cittadino”.