Avviato a Castagnole Piemonte il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile

Per il Piano Urbano di Mobilità Sostenibile i lavori a Castagnole dovranno concludersi entro febbraio 2021. Attenzione puntata sulla mobilità ciclopedonale, che collega il paese a centri limitrofi

municipio castagnole piemonte la pancalera

Il Pums (Piano Urbano di Mobilità Sostenibile) è un piano strategico di medio e lungo termine, redatto e approvato dalla Città Metropolitana di Torino, da aggiornare ogni cinque anni, in coerenza con la pianificazione territoriale con il fine di perseguire obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

Il processo per arrivare alla sua definizione e approvazione è piuttosto complesso e articolato. L’iter completo si svilupperà attraverso diverse fasi, su di un percorso partecipato che prevede il coinvolgimento del territorio a partire dalle zone omogenee, agli stakeholder, fino ai cittadini.

È prevista inoltre anche l’istituzione di un apposito Comitato scientifico in collaborazione con le Università Politecnico di Torino e Cattolica di Milano.

I lavori dovranno concludersi entro il mese di febbraio 2021 con la presentazione del PUMS preliminare approvato dal Sindaco Metropolitano. Il Piano verrà in seguito approvato dal Consiglio Metropolitano e presentato agli Amministratori.

Il Comune di Castagnole entra a far parte del progetto PUMS all’interno dell’area omogenea Torino Sud con Comune capofila Volvera.

Mobilità ciclopedonale

Mattia Sandrone la PancaleraIl sindaco di Castagnole Mattia Sandrone

L’Amministrazione comunale di Castagnole ha voluto focalizzare l’attenzione sulle criticità del territorio proprio in materia di mobilità sostenibile. In particolar modo quella ciclopedonale.

Nella relazione inviata al Comune di Volvera nei primi giorni di novembre, l’Amministrazione di Castagnole ha ben dettagliato il progetto di ammodernamento e ampliamento piste ciclopedonali all’interno del Comune. Il piano è inserito all’interno dei vari progetti, attualmente in attesa di coperture finanziarie (EUROVEL8 e Ciclovia del Monviso). Come anello di congiunzione tra i comuni della prima Cintura di Torino e le valli pinerolesi.

Il territorio di Castagnole è confinante con i comuni di Scalenghe e Piobesi T.se. Qui sono già presenti tracciati ciclopedonali di rilevante importanza. Il Comune di Castagnole P.te risulta inoltre confinante anche con il Comune di None. Il tracciato di collegamento tra i due paesi ricalca il percorso del Cammino di pellegrinaggio verso Assisi – “Chemin d’Assise”.

«Il voler evidenziare le possibilità di collegamento tra la prima cintura di Torino e le valli pinerolesi – spiega l’Amministrazione – è proprio dovuto al fatto che in un futuro di mobilità sostenibile il nostro paese sia sempre più connesso con quelli limitrofi in modo da garantirne un maggiore sviluppo anche dal punto di vista Green».

redazione

Next Post

Edoardo è il primo bambino nato dell’Asl To5 nel 2020

Mar Gen 7 , 2020
Nel 2019 si è registrato un calo delle nascite rispetto al 2018, in linea con il calo demografico nazionale Il primo bambino nato nel 2020, nell’area dell’AslTo5, è Edoardo. È nato all’ospedale Santa Croce di Moncalieri, con parto spontaneo, dopo Nathan, che è stato l’ultimo nato del 2019 con Chiara, […]