Esplosione di solidarietà per il raduno dei Babbi Natale

Aziende grandi e piccole, bar, negozi, scuole, oltre a migliaia di persone si stanno mobilitando per ritirare il kit e la coperta di Babbo Natale

Babbo-ok-la-pancalera

Numeri da record in vista del prossimo raduno dei Babbi Natale del 2 dicembre: in due settimane sono stati venduti più di 3.000 vestiti da Santa Klaus e coperte rosse in pile, a cui se ne aggiungono oltre 6.000 consegnati a negozi e aziende aderenti all’iniziativa. Mancano meno di 3 settimane al raduno e sono disponibili solo più 4.000 vestiti e altrettante coperte.

Un’affluenza numerosa, la più alta di tutte le edizioni. Tante persone si sono presentate ai banchetti informate e desiderose di diventare dei perfetti Babbi Natale, facendo una vera e propria spesa di vestiti bianchi e rossi e di coperte caldissime. Si tratta di un appuntamento che ha ormai fidelizzato il proprio pubblico, tanto da diventare una tradizione nel calendario natalizio di Torino e delle famiglie.

COMPETIZIONE SOLIDALE

Anche quest’anno continua la competizione solidale tra aziende (Lavazza, Valeo, TN Italy, Sews Cabind e Color Tec) e, per la prima volta, anche tra 180 bar Costadoro. L’azienda e il bar che, in rapporto al numero di dipendenti/clienti avrà venduto più coperte, e nel caso delle aziende anche più vestiti, verranno premiati il 2 dicembre sul palco, in una Piazza colorata di rosso.

Ogni azienda e Costadoro promuovono interamente il raduno del 2 dicembre e la vendita del pile, incentivando il fine solidale, la partecipazione al raduno ma anche la gara.