Idee per il Bosco del Gerbasso. Se ne parla con esperti

Il Bosco del Gerbasso e altri interventi di rinaturalizzazione nel Parco del Po Torinese” è il titolo del convegno che si terrà a Cascina Vigna venerdì 23 marzo

Bosco-del-Gerbasso-la-Pancalera

Il Circolo Legambiente Il Platano propone l’incontro “Il Bosco del Gerbasso e altri interventi di rinaturalizzazione nel Parco del Po Torinese “. Si terrà venerdì 23 marzo alle ore 21 nella Sala Monviso di Cascina Vigna.

Interverranno Roberto Saini (Commissario Parco fluviale Po Torino), Fabio Dovana (Presidente di Legambiente PVDA), Alberto Tamietti (consigliere di Legambiente “Il Platano” e guardiaparco). Presente anche Giovanni Delmastro (curatore del Museo di Storia Naturale e tra i padri del Bosco del Gerbasso).

Il Po compie nelle nostre campagne il primo tratto del suo percorso che lo porta ad essere il principale fiume italiano. Attorno ad esso sono nate e si sono sviluppate molte attività. Soprattutto di estrazione di sabbia e ghiaia, che negli anni hanno ridefinito il paesaggio.

La scommessa, presente e futura, è il recupero e la rinaturalizzazione del territorio. Ne parleranno gli esperti, ripartendo dalle esperienze passate. Si ricorda “Il Bosco per la Città di Carignano” e “il Bosco del Gerbasso di Carmagnola”. Verranno proposte idee e sfide per la riconquista di un ambiente ospitale e ricco di biodiversità, non antropocentrico ma bello per gli uomini.

Sarà inoltre presentato il progetto VisPo (www.bevispo.eu) che per 3 anni coinvolgerà 230 volontari tra i 18 e i 30 anni. Saranno impegnati in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese.