Carignano ricorda i cinquecento anni dalla morte della duchessa Bianca di Monferrato

Per ricordare la figura della grande nobildonna Bianca di Monferrato, moglie del Duca Carlo I di Savoia (l’unico sovrano nato in Carignano), l’ODV Progetto Cultura e Turismo organizza un itinerario alla scoperta dei luoghi cittadini legati a Bianca

Duchessa-Bianca-di-Monferrato-la-pancalera

Figlia del marchese Guglielmo VIII del Monferrato e di Elisabetta Maria Sforza, Bianca di Monferrato nel 1485 sposò il duca Carlo I di Savoia, che le premorì di peste nel 1490. Rimasta vedova, resse le sorti dello Stato in un periodo di grandi torbidi politici, stretta a nord dai Cantoni Svizzeri, a ovest dal potente vicino Carlo VIII di Francia, e dalle congiure interne di Filippo di Savoia-Bresse, zio del marito. Morti i due figli Jolanda Ludovica e Carlo Amedeo Giovanni (l’erede al trono), si ritirò nel castello di Carignano, dove visse piamente fino alla morte. In Carignano sovrintese a importanti tornei cavallereschi. Famoso quello in cui giostrò il famoso Pierre Terrail, signore di Bayard, noto come “cavaliere senza macchia e senza paura”. Ricevette due re di Francia, Luigi XII (1502 e 1507) e Francesco I (1515), che chiesero i suoi consigli politici.

Morì il 31 marzo 1519 e fu sepolta nell’antica chiesa degli Agostiniani in Carignano – fuori le mura. Dal XVII secolo riposa nella Chiesa Santa Maria delle Grazie, a lato dell’altar maggiore. Il suo nome è legato ai zest, che nei secoli successivi sarebbe diventato il dolce tipico di Carignano.

Itinerario a Carignano

L’itinerario proposto dai volontari di Progetto Cultura e Turismo si svolgerà nel centro storico di Carignano. Porterà alla scoperta delle residue architetture medioevali partendo dall’antica Piazza d’Armi. Terminerà nella Chiesa Santa Maria delle Grazie, che custodisce la tomba della duchessa. Nel percorso, saranno inseriti Chiese e Palazzi legati alle vicende terrene della duchessa e dei personaggi che incisero sulla sua vita. Le due gelaterie del centro, Il Gelatiere (Via Trento 8) e La Casa del Gelato (Piazza Liberazione), nell’occasione proporranno il Gelato di Bianca. Il dolce è ispirato alla nobildonna.

Sarà allestito un punto informativo in piazza San Giovanni (l’antica platea Provanarum). Le visite saranno condotte volontari dell’ODV Progetto Cultura e Turismo, con offerta libera. Si svolgeranno sabato 19 ottobre h 14,30 – 17,30 e domenica 27 ottobre h 14,30 – 18,00. Per informazioni: 3485479607 – 3381452945 – 3333062695